Lotteria Italia in tv, la storia - Magazine

Lotteria Italia in tv, la storia

Attualità Magazine Mercoledì 9 dicembre 2020

Magazine - Avete mai giocato alla Lotteria Italia? Forse lo sapete già, ma quanti di voi conoscono la sua storia e le curiosità? Sappiate che debutta per la prima volta con il nome che conosciamo nel 1957. Il cambio di nome è avvenuto in occasione dell'abbinamento con la trasmissione di punta dell'epoca, Le voci e volti della fortuna.

Le storiche edizioni

Oggi è abbinata alla trasmissione i Soliti Ignoti e al suo conduttore Amadeus; Il concorso in passato era abbinato alla trasmissione del sabato o della domenica sera, con una liturgia associata al fascino di artisti entrati nell'immaginario.

I grandi conduttori

Nel 1956 la lotteria fu abbinata per la prima volta alla trasmissione Le canzoni della fortuna; il programma radiofonico con finale televisiva era condotto da Raffaele Pisu (noto nelle prime edizioni di Striscia la notizia su canale 5). Dal 1958 al '62 arrivò Canzonissima con autori Pietro Garinei e Sandro Giovannini e con la conduzione di Delia Scala. L'edizione del 1960 fu condotta da Alberto Lionello e Masiero. Nel 1962 Dario Fo e Franca Rame, abbandonarono il programma la sera del 29 novembre per l'ennesima operazione di censura dei testi. Sandra Mondaini condusse le restanti puntate, per la finale fu chiamato Corrado.

L' avvento del colore

Nel 1977 Pippo Baudo conduce Secondo Voi, la trasmissione è stata la prima abbinata alla Lotteria trasmessa a colori. Con Fantastico nel 1979 si torna al sabato sera con la conduzione di Loretta Goggi ed Heater Parisi. Nel 1988 arrivano Anna Oxa ed Enrico Montesano. Nel mezzo c'è la conduzione di Pippo Baudo dall'84 fino all'86. Il 1987 segna l'avvento di Adriano Celentano, dei suoi silenzi e delle sue pause e le polemiche sui referendum. Ne 2011 abbinata a La prova del Cuoco condotta da Antonella Clerici.

Perché non ci sono più i varietà?

Il programma serale di punta era una liturgia per i grandissimi artisti che li affollavano. Erano una sorta di rifugio che calamitavano milioni di spettatori. Secondo Aldo Grasso il varietà è venuto meno con la banalizzazione dei contenuti, con i reality, con l'uomo qualunque al centro del tubo catodico e per le città che hanno creato nuove opportunità ai cittadini.

Le donne e la conduzione

Le donne hanno un legame profondo con la TV, sia come fruitrici che come protagoniste. Tutto iniziò nel 1957 con la figura di Delia Scala che condusse le prime edizioni di Canzonissima. Sono molti gli artisti che hanno condotto più volte la trasmissione abbinata alla Lotteria, contrariamente a quanto si possa pensare al primo posto non c'è ne Pippo Baudo, solo secondo con 9 programmi, ne Corrado (5) ma è

Raffaella Carrà che ne ha condotto 10. Al terzo e al quarto posto ci sono altre due donne e sono Antonella Clerici con 8 e Milly Carlucci. Al sesto posto c'è Heather Parisi con 5 e batte la rivale Lorella Cuccarini con 3. Il gioco attuale oltre alla TV, si arricchisce anche di appendici digitali.