Assicurazione sulla vita: caratteristiche, tipologie e vantaggi - Magazine

Assicurazione sulla vita: caratteristiche, tipologie e vantaggi

Attualità Magazine Mercoledì 25 novembre 2020

Magazine - L'assicurazione sulla vita rappresenta uno strumento in grado di tutelare i propri cari oppure una vera e propria soluzione di investimento. Il mercato propone un'ampia gamma di polizze, in modo da poter soddisfare le più svariate esigenza di tutela. A prescindere però dalla tipologia, il concetto di base rimane sempre lo stesso.

Infatti, si parla sempre di un contratto con cui la compagnia assicurativa, a fronte del pagamento di un premio da parte dell'assicurato, si impegna a riconoscere ai beneficiari indicati nella polizza una prestazione al verificarsi di una determinata condizione o evento. Solitamente la prestazione è il versamento di una somma di denaro (il capitale assicurato), mentre l'evento spesso è la morte o l'invalidità dell'assicurato. Ma si tratta solo degli esempi più ricorrenti.

Le principali caratteristiche delle assicurazioni sulla vita

Al verificarsi dell'evento indicato nella polizza, il contratto può prevedere il pagamento del capitale assicurato in un'unica soluzione, oppure il versamento di una rendita periodica. Esistono anche le formule ibride, che prevedono il pagamento di una quota del capitale abbinata ad una rendita. Viste le sue caratteristiche, l'assicurazione sulla vita può essere stipulata sia come tutela per i propri cari che come strumento di investimento.

Nel primo caso, e solitamente si tratta di assicurazioni caso morte, con la polizza si intende assicurare una rendita e quindi un futuro economicamente più tranquillo ai propri familiari, ovvero i beneficiari indicati nel contratto. Nel secondo caso invece l'assicurazione funziona esattamente come una forma di contribuzione complementare: i versamenti periodici dei premi permettono di ottenere in futuro una rendita periodica che permette di integrare la pensione pubblica.

Il mondo delle assicurazioni sulla vita è ricco di sfaccettature: Chescelta, portale specializzato, permette di orientarsi meglio grazie alle recensioni, alle guide ed agli approfondimenti pubblicati sulle sue pagine. Il portale mette a disposizione anche il simulatore che permette di calcolare i preventivi, in modo da mettere a confronto le proposte delle varie compagnie.

Le tipologie di assicurazione

Nella scelta della polizza giusta per le proprie necessità è necessario tenere in considerazione diversi aspetti. Innanzi tutto bisogna stabilire per quale evento ci si vuole assicurare; in base a questo aspetto è possibile individuare tre diverse tipologie: le assicurazioni caso morte sono quelle che garantiscono il pagamento di una rendita o di un capitale ai beneficiari indicati sul contratto in caso di decesso dell'assicurato.

Le assicurazioni caso vita invece garantiscono il pagamento della rendita o del capitale all'assicurato stesso, se questi è ancora in vita al termine della durata del contratto. Infine ci sono le assicurazioni miste, che garantiscono la prestazione sia nel caso in cui l'assicurato muoia o rimanga invalido che nel caso in cui sia ancora vivo alla fine del periodo assicurato.

Ovviamente è possibile tutelare i propri cari anche per eventi differenti dalla morte dell'assicurato. Ci sono ad esempio le polizze long term care, che prevedono l'erogazione di un capitale a favore dei beneficiari nel caso in cui il contraente perdesse l'autosufficienza, e le polizze vita mutuo, che proteggono il patrimonio della famiglia nel caso in cui l'assicurato non sia in grado di pagare le rate di rimborso del finanziamento.

Un'altra distinzione viene di solito fatta proprio in base alla durata del periodo assicurato. Da una parte ci sono le assicurazioni temporanee, la cui durata (che di solito non è inferiorei ai 5 anni e non supera i 30 anni) è espressamente indicata sul contratto, mentre dall'altra ci sono le assicurazioni a vita intera, che sono quelle che non prevedono una data precisa e che si estinguono quando muore l'assicurato.

I vantaggi fiscali

La stipulazione di un'assicurazione sulla vita permette di beneficiare di alcuni vantaggi importanti. Inanzi tutto è possibile trovare soluzioni per ogni tipo di esigenza, anche a livello di spesa. In più ci sono dei vantaggi dal punto di vista fiscale, visto che i capitali pagati ai beneficiari in caso di morte dell'assicurato sono esenti dall'Irpef.

Gli importi versati dall'assicurato come premio per la polizza vita sono detraibili al 19%, con una spesa massima di 530 euro. Le somme liquidate da un'assicurazione sulla vita inoltre non possono essere soggetto di pignoramento o di sequestro.