Gadget aziendali: meglio alla moda o utile? Come scegliere quello giusto - Magazine

Gadget aziendali: meglio alla moda o utile? Come scegliere quello giusto

Attualità Magazine Mercoledì 7 ottobre 2020

Gadget aziendali: di idee ce ne sono tante, molte anche piuttosto innovative, ma come fare a scegliere quello giusto? Idee e consigli da tenere a mente.

Magazine - I gadget aziendali rappresentano un’ottima soluzione per far sì che i clienti, o i potenziali tali, abbiano dei sentimenti positivi nei confronti del tuo business. I gadget sono tendenzialmente degli oggetti su cui è sempre impresso il logo e il nome dell’azienda, ossia l’elemento identificativo del brand, e a cui si possono aggiungere delle informazioni utili (come i contatti) oppure delle frasi significative (come quelle di auguri in caso di gadget realizzati in prossimità dei periodi festivi, per esempio il classico buone vacanze, oppure frasi o altri elementi che possono correlarsi all’evento per cui è stato prodotto quel gadget, per esempio una fiera, un concerto o qualsiasi altro tipo di evento a cui ha partecipato l’azienda che li ha distribuiti). Cosa contraddistingue un gadget aziendale da un semplice oggetto di merchandising? Anche se tante volte possono essere molto simili nell’aspetto, i gadget aziendali sono sempre gratuiti, mentre con il termine merchandising ci si riferisce a prodotti messi in vendita dall’azienda.

Come scegliere il gadget aziendale giusto?

Come si può essere sicuri di scegliere il gadget aziendale giusto? Dipende da molti fattori. Prima di tutto bisogna guardare il calendario: all’indomani di dicembre sarà bene preoccuparsi di trovare dei gadget natalizi on line perché saranno in linea con il periodo festivo dell’anno e potranno essere apprezzati come decorazioni sia per la casa che per l’ufficio, così da rendere quell’oggetto protagonista degli abbellimenti tipici del periodo. Stessa cosa vale per le altre stagioni, per esempio durante l’estate si potrà pensare a degli oggetti utili per andare al mare, come dei teli o degli zainetti, o per stare all’aria aperta molto tempo, come le bottiglie termiche. Guardare al calendario significa anche tenere presente per quale evento è stato creato quel gadget (una conferenza? una riunione speciale? una giornata di formazione?); per esempio, per una giornata di formazione è utile pensare a dei block-notes e a delle penne. Ultimo, ma non per ultimo, è sempre bene ricordare anche cosa si vuole stampare sul gadget e rendersi conto dello spazio a disposizione sull’oggetto stesso (una spilla potrà riportare giusto il logo, una penna può invece essere impressa con altre informazioni, come numero di telefono e indirizzo).

Se è gratis, allora va bene tutto…no, è bene scegliere il gadget giusto!

Un gadget aziendale deve essere ragionato. Per esempio, non è detto che richiedere la stampa dei calendari vada bene per tutti. Un regalo, com’è il gadget, è un oggetto che va pensato in funzione della persona che lo sta ricevendo, detto altrimenti, quella persona deve ritenere quell’oggetto di valore, altrimenti sono soldi buttati. Per ritornare all’esempio di prima: un calendario da muro richiede un’azione, quella di essere appeso. Se si è sicuri che chi riceve quel dono non avrà problemi a usarlo, ma sarà anzi felice di riceverlo, allora il gadget porterà una serie di vantaggi di indubbio valore. Se invece quell’oggetto è un ingombro, inutile, allora provocherà sentimenti negativi che si trasferiranno sull’immagine che l’azienda ha agli occhi di chi ha ricevuto il gadget. Ritornando ancora al calendario: sarà solo carta straccia, anche piuttosto ingombrante, da buttare. Per questo è bene scegliere il gadget giusto.

Gadget aziendali: è l’esperienza, e il ricordo che lasciano, il segreto del loro successo

Oltre al valore intrinseco dell’oggetto distribuito gratuitamente dall’azienda, ciò che determina il valore di un gadget è l’impatto emotivo che esso ha sul cliente, o potenziale tale. Il gadget riesce infatti a regalare un’esperienza che stimola emozioni come il senso di reciprocità e di fiducia. Cosa significa tutto ciò? Che l’investimento in gadget aziendali riesce a garantire un ritorno sull’investimento sicuro ed efficace, vediamo brevemente in che modo. In caso di potenziali clienti, essi saranno più predisposti a concludere un acquisto con un’azienda che si è dimostrata generosa, mentre i clienti già effettivi si sentiranno valorizzati e saranno quindi ulteriormente legati a quel brand, eventualmente promuovendolo anche all’interno della propria cerchia di conoscenti. Ultimo, ma non per ultimo, i gadget, se regalati e distribuiti agli impiegati, servono anche a creare senso di appartenenza verso l’azienda e a farli sentire gratificati (caso ancor più vero se il gadget viene distribuito per dei successi lavorativi importanti o per eventi personali degni di nota, come la nascita di un figlio).