Spazio ai graffitari! - Magazine

Mostre Magazine Mercoledì 26 novembre 2003

Spazio ai graffitari!

Magazine - Un progetto destinato a salvaguardare un patrimonio spesso trascurato e denigrato: quello dei graffiti e delle scritte murali. È stato Riccardo Navone a creare un fondo su graffiti: «Ognuno di essi rappresenta i sentimenti di chi, a causa della censura, non ha potuto sfogarsi in altro modo se non scrivendo o disegnando su un muro», spiega Navone, «ma l’implicazione politica e artistica delle scritte fa sì che esse siano considerate come una delle tante espressioni del vandalismo urbano».

Oggi fare una scritta murale è diventato un reato, tanto che alcuni “graffitari” sono stati arrestati o condannati a pesanti multe: «Se nel passato fossero state adottate misure di questo genere non sarebbero esistiti Pasquino e Basquiat e il mondo, oggi, sarebbe più povero».
Il fondo di partenza è quello di Navone e conta circa 9000 immagini di graffiti e murales. Ma il progetto prevede il recupero di piccoli fondi provenienti da chi, dagli anni ’70 e ’80 in poi, ha raccolto quelle immagini che oggi rappresentano un’importante memoria storica del nostro Paese. «Un graffito o ad una scritta non sono altro che lo specchio dei principali avvenimenti che hanno coinvolto l’Italia del passato e quella di oggi».

Non solo fotografie, ma anche video e pubblicità che collezionisti e fotografi hanno conservato negli anni. Il progetto è stato fatto proprio dall'Associazione Leonardi V-Idea, che gestisce l'omonima galleria d'arte in Piazza Campetto. Su appuntamento è già possibile vedere le 10000 immagini fino ad ora raccolte. «Saranno poi organizzati gruppi di lavoro», conclude Navone, «e grazie alla collaborazione della Facoltà di Scienze della Comunicazione di Savona è in fase di realizzazione un volume a firma di Alessandro Dal Lago, il famoso sociologo autore del recente saggio La città e le ombre insieme ad Emilio Quadrelli».

Potrebbe interessarti anche: , Ad Ascona la mostra tematica Arte e Perturbante , Biennale di Venezia 2017: Viva arte Viva. Da Roberto Cuoghi a Damien Hirst , Lucca Comics 2016: Da Zerocalcare a Gipi, fino ai Cosplay , Anime nere: la Calabria tra letteratura e cinema , Addio a Mario Dondero, fotografo del '900 più vero