Effetto Covid19: è boom di eCommerce - Magazine

Effetto Covid19: è boom di eCommerce

Attualità Magazine Sabato 18 luglio 2020

© Preis_King - Pixabay

Magazine - L’isolamento imposto per arginare la diffusione dell’epidemia ha provocato dei cambiamenti nelle nostre vite e nelle nostre abitudini d’acquisto. I negozi chiusi hanno spinto molti utenti a fare affidamento sul commercio online, per acquistare beni primari e non solo.

Un’indagine Nielsen sulle vendite online dei prodotti di largo consumo dimostra che nella prima settimana di lockdown si è registrato un aumento delle vendite di oltre l’80% rispetto all’anno precedente. Un’indagine Netcomm testimonia, inoltre, che il 77% delle aziende che vende online nei vari settori ha acquisito nuovi clienti, dimostrando come, a causa della pandemia, anche chi non era abituato a comprare online si sia invece avvicinato a questo tipo di acquisto.

In questo periodo l’eCommerce ha compiuto un salto evolutivo di 10 anni. Nel periodo di lockdown, il settore che ha fatto registrare numeri da record è quello della spesa online, dell’acquisto di prodotti per gli animali e per la cura della persona e della casa. Altre categorie che sono cresciute notevolmente sono le farmacie online e gli eCommerce specializzati nella vendita di attrezzature per il fitness e il bricolage. Oltre a ciò, la necessità di seguire le lezioni e lavorare da casa, ha fatto aumentare sensibilmente l’acquisto di accessori come cuffie, webcam e microfoni. Anche l’intrattenimento online ha registrato un picco. Netflix, ad esempio, ha avuto un incremento di circa 7milioni di utenti, tanto che per alleggerire la rete sia Netflix che YouTube hanno deciso di ridurre la qualità dei loro video in Europa.

D’altra parte gli eCommerce dei negozi di abbigliamento, calzature e arredamento hanno registrato un notevole calo, nonostante le grandi catene di abbigliamento abbiano cercato di incentivare le vendite attraverso sconti e promozioni.

Ma quali sono gli elementi fondamentali per gestire al meglio questo surplus di ordini? Sicuramente la velocità del sito, la logistica, l’approvvigionamento di scorte, la gestione dello smart working e l’assistenza ai clienti. Di fatto questa situazione non influisce solo sul commercio, ma anche sulle professioni che ruotano attorno al settore dell’eCommerce: l’aumento degli ordini implica una più efficiente customer care, un maggior numero di persone che abbiano capacità di problem solving e manager con particolari skill nella gestione dell’eCommerce. In questa prospettiva, le aziende devono essere in grado di modificare anche i prodotti e i servizi che forniscono, modulandosi sui nuovi bisogni del cliente: un esempio può essere la distilleria Ramazzotti che ha deciso di riconvertire la propria produzione, iniziando a distribuire igienizzanti per le mani.

Accanto ai siti di eCommerce online, si è sviluppato il cosiddetto eCommerce di prossimità: i piccoli negozi di quartiere che in breve tempo si sono adeguati alle nuove tendenze d’acquisto sfruttando la semplice tecnologia di WhatsApp. Oltre alla consegna a domicilio, ha avuto un enorme successo il click and collect, ovvero la possibilità di comprare online, e ritirare poi in negozio. Anche Instagram e Facebook hanno incentivato la vendita online attraverso l’inserimento della funzione shop, che permette ai clienti di finalizzare l’acquisto direttamente sulla piattaforma o sul sito del negozio online.

Il consorzio Netcomm prevede che proprio il settore del commercio online crescerà del 55%, nonostante la crisi da Covid19, provocando dei cambiamenti anche in abitudini molto radicate, come il consumo di cibo.

Anche se risulta che in Italia la logica omnichannel, ovvero l’interdipendenza tra l’ambito online e quello fisico del negozio, sia ancora minima, certamente il processo di trasformazione è avviato e, superata l’emergenza, il cosiddetto regime di distanziamento sociale ancora indirizzerà le aziende verso il digitale e spingerà verso gli acquisti online.

Se si desidera realizzare un buon sito per eCommerce non ci si può improvvisare.

È necessario affidarsi alle conoscenze di eCommerce management che solo una web agency con un team di professionisti può offrire, per attuare una strategia di web marketing che sfrutti le opportunità del commercio online, avendo ben presente che il digitale non è più solo un’opzione, ma una strategia chiave per lo sviluppo del business. Commedia è un esempio concreto in questo senso: un’agenzia di comunicazione a Lecce specializzata nella realizzazione di siti eCommerce che, grazie ad una esperienza ventennale sul campo e al supporto di un team multidisciplinare di professionisti, abbraccia anche le attività di web marketing, content writing e Seo per progettare e realizzare piattaforme eCommerce che offrono all’utente finale un'esperienza di acquisto semplice e accattivante. .

Quando questa crisi sarà superata, l’eCommerce svolgerà un ruolo indispensabile per la ripresa del commercio e dei consumi e la recuperata normalità sarà sicuramente più digitale. Con la riapertura dei negozi, molte persone preferiranno ancora acquistare online, per evitare file e possibili rischi. Considerando anche che il calo di affluenza nei negozi fisici si era già registrato prima della pandemia.

Senza dubbio iniziare oggi a vendere online ha dei vantaggi, sia per riuscire a portare avanti il proprio business anche in tempi di crisi, sia per strutturare nuove opportunità di business che si affermeranno sempre di più in futuro.

Potrebbe interessarti anche: , Cresce il turismo sanitario: conveniente il trapianto capelli all’estero, Turchia ai primi posti , Frecce Tricolori ad Arona nel 2021: sorvolo sul Lago Maggiore , Comprare casa: l'andamento dei prezzi nelle principali città italiane , Alla ricerca dell’hotspot Wi-Fi: ecco come funziona Overplace Wi-Fi , Dalla consolle allungabile ai Tavoli Magici: LG Lesmo, l’arredamento trasformabile abbinato a qualità 100% italiana