Magazine Lunedì 24 novembre 2003

Vogliamo parlare di sesso?

Magazine - PARTE PRIMA
Di Francesca Mazzucato

L’erotismo funziona. Ammiccamenti erotici vengono usati negli spot, sulle copertine dei settimanali. Attrici e attori si esibiscono sensualmente su calendari dove i loro corpi vengono offerti in pose nature, allusive ed eccitanti. Impazzano locali fetish, hard, con scambi di coppie e dark room. I video musicali più trendy non dimenticano di mostrare scene erotiche o che all’erotismo rimandano. Portali come Virgilio sezione donne sono in procinto di dedicare uno spazio al romanzo erotico. E il sesso funziona in libreria.

Il libro di Melissa P., Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire, edito da Fazi, è stato il fenomeno letterario di quest’anno. Ha occupato le classifiche per mesi, ha fatto nascere illazioni sull’identità dell’autrice prima che lei si rivelasse al Costanzo Show, dopo un sapiente gioco basato su un anonimato che di fatto è stato un “ti vedo-non ti vedo”, costruito con perizia attraverso parziali rivelazioni (l’autrice ha 17 anni, è di buona famiglia e fa il liceo a Catania) o negazioni (si lascia fotografare ma col viso coperto, non risponde a interviste ma solo ad e-mail) che qualche maligno ha definito parte di una strategia studiata a tavolino per creare il colpo grosso editoriale.
In ogni caso, indipendentemente da ogni pensiero malizioso, il romanzo ha conosciuto una grandissima fortuna, forse per il titolo che richiama antichi archetipi, immagini di innocenza medievale, lunghe intimità femminili davanti a specchi intarsiati togliendo il corsetto, forse perché ha reso uno scandaloso e inaspettato quadro di una generazione che non conosciamo abbastanza a fondo, o magari perché ha sollecitato gli istinti del lettore-guardone che è potuto penetrare nelle fantasie e nei sogni erotici di una ragazzina, una lolita del contemporaneo, come lei stessa non esita a definirsi.

In realtà il successo del libro di Melissa, nasce da lontano. Perché, pur con molte differenze, il romanzo si inserisce in un genere preciso, con elementi codificabili, che è la letteratura erotica. Genere spesso ignorato, identificato come una perversione per pochi, negletto e tenuto celato.
In effetti sono pochissime le antologie che trattano della storia della letteratura erotica, mentre sulla fantascienza, il giallo, il noir sono fioriti da anni saggi e dissertazioni. Compaiono, ogni tanto riferimenti carichi di pruderie, o analisi sociologiche che si limitano a osservare il cambiamento dei costumi.
Eppure hanno scritto letteratura erotica moltissimi autori considerati di serie A (Apollinaire, Breton, Argon, Miller) e il genere ha origini antichissime e colte.

Pensando a queste carenze, dopo avere curato il dossier sul romanzo erotico uscito col mensile Donna Moderna in ottobre, di recente ho creato un blog (letteraturaerotica.blog.tiscali.it ) dove potete lasciare commenti e suggerimenti, chiedere spiegazioni e trovare ulteriori approfondimenti: qui cercheremo di dare alcune indicazioni specifiche sul genere e sulle sue caratteristiche.

Si può dire che uno dei primi romanzi erotici sia il Kamasutra di Vatsyayana, databile intorno al 300 d.C. È curioso pensare alle polemiche suscitate dal libro di Melissa, quando questo testo addirittura faceva parte della letteratura “Smrti”,(che significa tradizione, memoria) , un tipo di letteratura che per secoli ha regolato la vita degli indù e comprende insegnamenti di carattere morale, giuridico ed esegetico, nonché i grandi poemi epici come la Bhagavad-Gita e i sei principali sistemi filosofici.
Negli anni il termine stesso Kamasutra è diventato prima divulgativo e poi sinonimo degenerato di congiungimenti carnali arditi e di posizioni eccentriche. Se digitate questa parola su internet troverete moltissimi siti apertamente pornografici che col volume di cui parliamo non hanno niente a che vedere.


di Francesca Mazzucato

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Rocco e i suoi fratelli Di Luchino Visconti Drammatico Italia, 1960 Una vedova proveniente dal sud si trasferisce a Milano con i figli Simone e Rocco. Il primo, su consiglio di una prostituta di cui si é innamorato inizia la carriera pugilistica, ma la ragazza ben presto si stuffa di lui. Intanto, Rocco, tornato... Guarda la scheda del film