Logistica di magazzino: come organizzarsi al meglio per essere più produttivi - Magazine

Logistica di magazzino: come organizzarsi al meglio per essere più produttivi

Attualità Magazine Giovedì 25 giugno 2020

Magazine - Sapere che cos’è la logistica di un magazzino e conoscerne davvero il valore all’interno di un’azienda sono due cose diverse. Chi ha un’azienda tuttavia sa bene che si tratta di un reparto importantissimo, che può fare la differenza fra una ditta di successo e una che non lo è. Ogni step in questo reparto deve essere ben gestito e tutto deve essere fatto in modo molto preciso, altrimenti si rischia davvero di far andare tutto per aria.

Non solo, sarebbe bene che ogni azienda, con le sue particolarità e necessità, lavorasse su quanto possibile sempre con l’obiettivo di migliorare, individuando quello che funziona e quello che andrebbe un po’ cambiato; quello che è di valore e quello che invece è spreco, magari, di tempo e risorse. La logistica, insomma, non è solo la zona carico-scarico della merce, ma un settore dell’azienda trainante che va curato con meticolosità. 

Logistica magazzino: precisione e strumenti adeguati

La logistica, nel 90% dei casi, è la logistica applicata al magazzino, ovvero il flusso di merci ed informazioni relative alla stessa in entrata ed in uscita. Ogni mezzo deve sapere dove andare, cosa caricare e centralmente dev’esservi il controllo di quanto entra e quanto esce. Ogni singolo prodotto ha un posto corretto nell’ambiente e lo si può trovare in un attimo. I vari movimenti dei prodotti devono essere movimentati con i giusti strumenti e mezzi in modo rapido, efficiente ed ordinato. L’obiettivo generale nel reparto logistica è snellire i passaggi, ridurre i tempi di gestione, senza che ne faccia mai le spese la precisione. 

La precisione è la chiave di volta in logistica e dev’essere sempre di primaria importanza a partire dalle fasi di carico e scarico, durante l’etichettatura, sino alla registrazione delle date e dello status del prodotto. Va prevista anche un’ubicazione ed un’adeguata gestione di quella merce con “difetti”, cioè danneggiata o altro. 

Quali sono gli strumenti più importanti in logistica?

Le “formiche operaie” instancabili che si muovono con efficienza e precisione in logistica per movimentare le merci e caricarle sui mezzi sono i mezzi di carico, che possono essere diversi in base alla categoria merceologica. Per grossi carichi per esempio si possono utilizzare benne, polipi, pinze, forche o altri mezzi. Dotarsi di mezzi di qualità, sicuri e durevoli è vitale per un’azienda, ecco perché è sempre meglio fare buoni investimenti sin dall’inizio, rivolgendosi ad un rivenditore e produttore di pinze e benne bivalve come Tecnobenne

È poi importante potersi servire di un programma gestionale adeguato, performante, veloce, preciso, chiaro e di semplice utilizzo. Questo programma è importante tanto quanto i mezzi, per questo è importante scegliere bene quello che si utilizza, anche perché bisognerà formare poi il personale per il suo utilizzo. I software per questo tipo di compiti sono diversi in commercio, in base al settore le proposte sono tante. 

Oltre ai mezzi e al gestionale sono molto importanti anche gli spazi: è fondamentale in questi l’organizzazione. Le merci devono essere tutte posizionate comode e raggiungibili, disponendo quelle meno utilizzate più lontane e le altre progressivamente più vicine così che siano subito rintracciabili. La cartellonistica e una mappatura renderanno i movimenti ancora più facili.

Potrebbe interessarti anche: , Open Innovation: l'innovazione come chiave di sviluppo del business , Un gesto per l’ambiente che ti fa risparmiare: gli smartphone ricondizionati , GoDaddy e i GoWebinAr, Valentina Falcinelli spiega come dare personalità al proprio brand , Vini biologici Millesima: la scelta pregiata a filiera controllata , Su Farmaciauno sempre più richiesti gli integratori per lo sport