Magazine Martedì 18 novembre 2003

Il Nuovo Melangolo a Portoanticolibri

Magazine - Venerdì 14 si è svolto a Portoanticolibri l’incontro con Il Nuovo Melangolo, uno degli ultimi appuntamenti alla scoperta dell'editoria ligure.
Carlo Angelino, direttore editoriale , è stato introdotto da Stefano Bigazzi (Repubblica) ed ha poi intrattenuto i presenti con una amabile conferenza sulla storia e le fortune della ormai storica casa editrice genovese, a partire dal nome.
Il melangolo è,in botanica, l’arancio amaro. In poesia, è stato citato da Montale nell’Elegia di Pico Farnese. Questa evocativa suggestione letteraria ha ispirato, nel 1976, un gruppo di docenti e studenti universitari nella scelta della sigla editoriale. Da allora il catalogo è arrivato a contare oltre trecento titoli, con una ventina di novità all’anno. Gli ambiti disciplinari sono: saggistica, filosofia, antropologia, antichistica, letteratura.
Sin dall’inizio i fondatori della casa editrice hanno perseguito l’obiettivo della migliore diffusione dei titoli pubblicati, e lo hanno realizzato affidandosi ad un efficiente distributore nazionale. Heidegger, Gadamer, Weischedel sono gli autori simbolo di una impresa editoriale che riesce a coniugare il valore culturale delle sue scelte con le esigenze di bilancio.
Il professor Angelino ha dato prova di una profonda e concreta conoscenza dei meccanismi del mercato editoriale, a dispetto di chi ancora pensa ai filosofi come persone distratte che guardano il cielo e cadono nei pozzi.
L’esposizione è stata seguita da un folto pubblico interessato.

Venerdì prossimo penultimo appuntamento del primo ciclo di incontri: Aldo Viganò intervisterà Francangelo Scapolla e Fiorenzo Toso, della casa editrice Le Mani di Recco.

di Alberto Baschiera

Potrebbe interessarti anche: , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male

Oggi al cinema

Jules e Jim Di François Truffaut Drammatico Francia, 1962 Ambientato a Parigi, nel 1907, racconta la storia di due studenti, l'austriaco Jules, e il francese Jim, legati da una profonda amicizia, perché accomunati dagli stessi gusti artistici e letterari. Il loro legame viene sconvolto dall'incontro casuale... Guarda la scheda del film