Le pulizie ai tempi della quarantena - Magazine

Le pulizie ai tempi della quarantena

Attualità Magazine Giovedì 16 aprile 2020

Pulizie in tempi di Coronavirus
© Pixabay

Magazine - Dall'inizio della quarantena in tutta Italia uomini e donne annoiate, o finalmente liberi dagli impegni, loro malgrado, stanno occupando il tempo pulendo casa in maniera accurata e minuziosa. Un piccolo esercito armato di sgrassatore, panni in microfibra, secchio e mocio si è creato da nord a sud!

Il periodo va anche a coincidere con le famigerate pulizie di primavera, che spesso non si riescono a fare come si vorrebbe a causa del poco tempo a disposizione.

Grazie ai social il confine delle quattro mura di casa è praticamente annullato e tutti desiderano condividere le proprie attività, invadendo il web con un tripudio di foto e video di figli, mariti e fidanzati coinvolti nelle pulizie. Una pratica che è diventata una vera e propria attività di famiglia, dal piccolo al più grande ognuno con il suo compito.

Ne è nato un trend talmente diffuso che le app per ascoltare musica si sono organizzate con apposite playlist per le “pulizie di casa”.

Acqua abbondante o panno strizzato?

Osservando i social emerge una sostanziale differenza nella “metodologia” del lavare il pavimento, non solo tra nord e sud ma tra generazioni diverse, forse dettata anche dallo stile di vita.

Una vera e propria battle tra chi con la moderna praticità usa il mocio o il panno strizzato e le “tradizionaliste” legate al metodo del “lavare con acqua abbondante”.

Quella di igienizzare il pavimento con abbondante acqua è un’abitudine della vecchia scuola che si tramanda di generazione in generazione, soprattutto nel sud Italia, utile anche per rinfrescare casa nelle giornate di caldo torrido, ricordate la famosa scena in Baaria di Tornatore?

Ovviamente lavare il pavimento con tanta acqua e sapone vuol dire impiegare più tempo per eliminare poi il sapone da terra. Quel tempo che nella normale routine quotidiana è prezioso, soprattutto per chi lavora e vuole impiegarlo diversamente.

Ecco che nasce l’abitudine di lavare il pavimento con il panno ben strizzato, si pulisce in maniera veloce e altrettanto velocemente si asciuga. Si può fare in pochissimo tempo: abitudine guardata con sospetto da molte. Infatti anche su un social giovanissimo come Tik Tok centinaia di madri dai profili dei figli si mostrano mentre lavano il pavimento al grido di “così si lava” rovesciando subito dopo secchiate d’acqua.

Panno VS Mocio

Per metodi diversi servono strumenti diversi. Ed ecco che nasce battaglia anche tra panno e mocio.

Le mamme inorridiscono alla parola mocio, trovandolo poco igienico. Mentre il classico panno, meglio se di grandi dimensioni, da strizzare all'occorrenza a mano, per molte è ancora garanzia di pulizia.

Poco importa se il mocio si è evoluto, è anche in microfibra e non ti fa spezzare la schiena perché si strizza nel secchio, a quanto pare per molte è ancora un oggetto tabù!

Case splendenti

Ovviamente in questo periodo si sprecano i consigli su come procedere alle accurate pulizie, dividendo i compiti e organizzandosi per lavorare ogni giorno in una stanza, veri e propri piani di battaglia, il cui scopo è solo uno: eliminare ogni traccia di germi e polvere.

Ma nessun consiglio è utile per queste vere e proprie cinture nere di pulizia!

Scherzi a parte, una cosa è sicura: da questa quarantena ne usciremo con case splendenti come non mai, il che di certo non guasta!

Potrebbe interessarti anche: , Olio di Cannabis per combattere lo stress: la scienza a favore del CBD , Appassionato di fotografia? Conserva i ricordi con le stampe digitali! , Open Innovation: l'innovazione come chiave di sviluppo del business , GoDaddy e i GoWebinAr, Valentina Falcinelli spiega come dare personalità al proprio brand , Su Farmaciauno sempre più richiesti gli integratori per lo sport