Kill Bill: Volume I - Magazine

Kill Bill

Volume I

Oggi al cinema Magazine Sabato 25 ottobre 2003



Al di là della confezione grondante sangue e ammiccamenti, Kill Bill ha qualcosa in più rispetto ai precedenti lavori di Tarantino: pause spettacolari, dialoghi parchi, atmosfere cartonate ma plausibili, una caratterizzazione dei personaggi tagliata con l’accetta.
Scavando la coltre dell’apparenza, che potrebbe far storcere il naso a chi ha amato gli originali a cui Quentin si è rifatto (Peckinpah, il già citato Leone, le maschere di Charles Bronson e del redivivo David Carradine), brilla la sua tecnica, consolidata allo spasimo, pienamente matura (tempi ed inquadrature da manuale, in cui l’essenzialità delle immagini la fa da padrone), emergono tematiche ancestrali: la lealtà, l’onore, la vendetta, il rispetto per il valore dell’avversario.

Una fiaba tragica, con una colonna sonora da manuale, come siamo stati abituati dall’ex enfant prodige: da Bang Bang di Sonny Bono (proprio quella portata al successo da Dalida), al beat delle giapponesi 5,6,7,8’s, fino alla rivisitazione flamencata di Don’t let me be misunderstood degli Animals, che accompagna un duello mortale al sapore di musical.
Non resta che attendere il secondo capitolo, in uscita a febbraio, per immergerci ancora nella tana del Bianconiglio Quentin. Idealmente, la prima parte della saga corrisponde a Kill, la seconda a Bill, che vedremo finalmente in azione, godendo ancora delle assurde divise di Daryl Hannah, algida come ai tempi di Blade Runner.

Potrebbe interessarti anche: , Coronavirus e maratone in tv: dopo Harry Potter torna Pirati dei Caraibi. Quando vedere i film? , Coronavirus: Salvatores gira un film. Gli italiani raccontano la quarantena , Netflix Party, per guardare le serie tv con gli amici in streaming: come funziona?

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!