Il futuro è wearable: smartwatch e smartband sempre più in ascesa - Magazine

Attualità Magazine Martedì 21 gennaio 2020

Il futuro è wearable: smartwatch e smartband sempre più in ascesa

© smartdomotica.it

Magazine - Gli wearable da polso sono in piena espansione. Lo conferma l’ultimo report di Canalys pubblicato lo scorso dicembre. Nel terzo trimestre del 2019, il mercato mondiale degli smartwatch e degli smartband è infatti cresciuto del 65% rispetto all’anno precedente, raggiungendo 45,5 milioni di unità vendute. Nonostante la regione più importante per numero di spedizioni rimanga la Cina, l’EMEA (e quindi anche l’Europa) ha registrato una crescita sostenuta, arrivando ad detenere quasi il 23% della quota del mercato mondiale.

Il maggior player a livello globale è Xiaomi con il 27% di quota, seguito da Apple, Huawei, Fitbit (acquisita recentemente da Google) e Samsung. In particolare, Apple, con una quota del mercato del 15%, ha registrato la più importante crescita degli ultimi due anni. Un’ascesa trainata soprattutto dal lancio, lo scorso settembre, del nuovo (e già amatissimo) Apple Watch Series 5, che rappresenta il 60% di tutte le spedizioni dell’azienda di Cupertino del trimestre in questione. Caratteristica distintiva dello wearable è la possibilità di eseguire, dal polso, un vero e proprio elettrocardiogramma.

Tra i motivi del successo di questi indossabili c’è senz’altro una maggiore attenzione alla salute, allo sport e al benessere. Infatti, gli smartwatch e smartband sono un alleato ideale per chi ha voglia di restare in forma, grazie a funzionalità come il conteggio dei passi, il monitoraggio di diversi sport e parametri ad essi collegati (corsa, nuoto, escursionismo, ciclismo, ecc.), il monitoraggio della frequenza cardiaca e la valutazione della qualità del sonno. A convalidare questa tesi, è anche un recente studio sulle abitudini degli italiani condotto da Huawei in collaborazione con Stylos, azienda operante nel mercato di trend intelligence, secondo cui il 2020 sarà l’anno del Micro-wellness. Come spiega la parola Micro, acronimo di Making incremental changes to reconnect ourselves, si tratta di un trend caratterizzato da cambiamenti nello stile di vita volti a ritrovare sé stessi ed il proprio benessere psico-fisico. In questo contesto, giocherà un ruolo essenziale, appunto, la tecnologia degli wearable, che contribuirà ad arricchire l’esperienza dell’utente sia da un punto di vista funzionale (programmi di allenamento, dati più granulari, ecc.) che per quanto riguarda i contenuti multimediali (musica, video step-by-step, ecc.). Gli allenamenti indoor saranno inoltre rimpiazzati sempre più da contesti immersi nella natura, per una vera e propria rigenerazione della persona.

Ma se lo wearable da polso ha un ruolo fondamentale per l’attività fisica, si dimostra anche un gadget appetibile per gli amanti della tecnologia in generale. Infatti, la maggior parte di questi dispositivi, collegandosi al proprio smartphone via Bluetooth, permette di gestire chiamate, messaggi e notifiche direttamente dal polso. Ma non solo: non mancano funzionalità dedicate ai pagamenti smart tramite NFC, l’integrazione del GPS e la possibilità di ritrovare il proprio telefono cellulare, se è nelle vicinanze. Lo smartwatch diventa, così, una vera e propria estensione dello smartphone, con tanto di app store sul quale sbizzarrirsi.

Quali fattori influiscono sull’acquisto di uno smartwatch o un smartband

Il mercato degli wearable da polso offre una vastissima quantità di prodotti, dai più basici, con un costo anche al di sotto dei 50 euro ai modelli più avanzati, il cui prezzo può anche superare i 500-600€. Naturalmente, gli smartband sono generalmente meno complessi (e più economici) degli smartwatch. I fattori che influenzano l’acquisto di questa tipologia di prodotto sono diversi. Secondo questa utile guida agli smartwatch migliori del momento, ecco i più comuni:

  • Design, indossabilità e grado di personalizzazione

  • Tipologia di display

  • Sistema operativo e hardware

  • Funzionalità e sensori integrati

  • Autonomia

  • Resistenza all’acqua e classe di protezione IP

  • Tipo di connettività (WiFi, Bluetooth, ecc.)


Potrebbe interessarti anche: , Nicola Arigliano: uno dei volti del Digestivo Antonetto , Coronavirus e treni: rimborso biglietti e misure di Trenitalia , Corsi di formazione online come scegliere , Comparabus: viaggiare in autobus a basso costo con le migliori tariffe , Microspie ambientali

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.