Droni: tipologie, durata batterie, chi può guidarlo e quanto costa il patentino - Magazine

Droni: tipologie, durata batterie, chi può guidarlo e quanto costa il patentino

Shopping Magazine Martedì 12 novembre 2019

© pixabay

Magazine - Droni, una nuova tecnologia? Avrete sicuramente sentito parlare dei droni, ma potreste non avere ben chiaro di cosa si tratti. In poche parole si tratta di un dispositivo volante senza pilota, che può essere controllato da remoto. Inizialmente sviluppato dal mercato bellico come strumento per ricognizioni, come molte invenzioni nella storia dell'umanità, ha poi raggiunto anche l'ambito civile, permettendo l'applicazione ai più svariati campi. Oggigiorno è infatti possibile trovare droni giocattolo fino a strumenti professionali dal costo di migliaia di euro.

Tipologie di droni

I meno costosi, quelli praticamente accessibili a tutti, sono naturalmente i droni giocattolo, in grado di stare nel palmo della mano e di essere controllati tramite smartphone o radiocomando apposito. Tale categoria non ha una gran durata e necessita di svariate ore di ricarica per consentire un volo dalla breve durata, quel tanto che basta per intrattenere dei bambini. 

Salendo con i prezzi è possibile trovare invece dispositivi più interessanti, come per esempio i droni con alloggiamento per le action cam come per esempio la famosissima GoPro. Immaginate dunque di trovarvi in vacanza e piuttosto che scattare la classica foto del tramonto preferireste una visuale un po' più ardita, con un drone e una action cam collegata potrete effettuare una ripresa dall'alto, realizzando video e scatti mozzafiato, proprio come se foste fotografi professionisti.

Questi ultimi, invece, che necessitano di equipaggiamento di tutto punto, li utilizzano spesso durante matrimoni e altre occasioni in cui le riprese dall'alto, siano esse di persone o luoghi, risultano estremamente apprezzate. Come è facile immaginare se appartenete a quest'ultima categoria dovrete essere pronti a investire un budget non indifferente, soprattutto se consideriamo che i droni più efficienti hanno già telecamere di tutto punto installate a bordo. Tra i prodotti più intriganti si trovano anche droni intelligenti come Skydio 2, con sei videocamere 4K, vera e propria nuova frontiera della categoria.

Durata di un drone

Per quanto riguarda l'autonomia, bisogna sempre dare un'occhiata, prima di effettuare l'acquisto, al tipo di batteria di cui il dispositivo è dotato. Se parliamo delle classiche pile stilo, molto probabilmente non potrete aspettarvi più di 10 minuti di volo mentre con le ben più performanti batterie al litio si può arrivare anche a 45 minuti di utilizzo. Tutto dipende da quanto avete intenzione di investire nel vostro nuovo dispositivo. 

Ricordate, inoltre, che i modelli più costosi hanno spesso in dotazione due o più batterie di riserva, per poterle sostituire al volo e continuare le riprese in occasioni importanti. Se non sapete ancora quale prodotto scegliere, potete dare un'occhiata alla nostra lista su Zoom notizie, dove troverete i migliori droni sul mercato con recensioni attente alle esigenze dei consumatori.

Chi può guidare un drone

Esistono molti dubbi a riguardo, cerchiamo di chiarirne qualcuno. Molti utenti, infatti, chiedono spesso se ci sia bisogno di un patentino o comunque di un qualche tipo di licenza per guidare un drone. La risposta a questa domanda non è univoca e bisogna innanzitutto differenziare gli aeromodelli in due categorie, quelli definiti SAPR, acronimo che sta per "sistemi aeromobili a pilotaggio remoto", e tutti gli altri. Per poter guidare aeromodelli a scopo ricreativo o sportivo, costantemente nella visuale dell'utente, non c'è alcun bisogno di patentino, pertanto i modelli giocattolo o anche quelli più avanzati possono essere guidati in tutta tranquillità.

Il discorso cambia se a bordo del drone vi sono dispositivi in grado di registrare video e scattare foto o sia dotato di un sistema di ritorno autonomo che lo riporta alla base da cui riceve comandi. Sebbene quest'ultimo sia in realtà un'aggiunta per garantire la sicurezza dell'utente, in modo che anche con livelli bassi di batteria il drone riesca a ritornare al punto di partenza, è un punto cruciale che fa ricadere molti dei modelli avanzati, in vendita online, nella categoria SAPR.

Quanto costa il patentino?

Se avete deciso di acquistare il vostro drone con telecamera, è giunto il momento, quindi, di prendere anche il patentino qualora non vogliate incorrere in multe salate. I costi per tale operazione oscillano in base alla tipologia di SAPR e in base alla scuola scelta

Per esempio, la licenza per guidare quelli dal peso inferiore a 300 grammi può oscillare da un minimo di 400 a circa 600 euro, mentre per i SAPR dal peso superiore a 2 kg, con attrezzatura quindi più professionale, supera anche i 1.000 euro. La scelta di ottenere un patentino, dunque, considerati i costi, dovrebbe essere presa solo da utenti che hanno intenzione di sfruttare i droni in maniera professionale.

Potrebbe interessarti anche: , Bonus bici e monopattini su Amazon: come fare e quali comprare , Materassi Veradea: quando tecnologia e artigianato si incontrano

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!