Magazine Martedì 30 settembre 2003

Posta del cuore

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Ciao sono LUNA ho 25 anni e sono fidanzata da 4 anni con un ragazzo 30enne. Una bella storia la nostra. Quando ci siamo messi insieme pensavo fosse l'uomo dei sogni; lui mi adorava e io vibravo solo a vederlo. L'avrei sposato se me l'avesse chiesto!!! Ma con il tempo ci capivamo sempre meno e le liti ormai erano all'ordine del giorno. L'ho lasciato per 7 mesi anche se lui mi ha sempre cercata. Mi ama davvero forse in modo un po' possessivo ma ci tiene a me. Così in un momento di solitudine e debolezza decido di ritentare ma le incomprensioni non tardano ad arrivare di nuovo. Non mi sento più una cosa sola con lui. Il tempo passa, si cresce si cambia, si è rotto qualcosa? ..lo vedo meno spensierato ed entusiasta di una volta ma forse è solo maturato e io ancora non lo sono e mi sento in colpa per questo. Cerco di vivere ogni piccola cosa con il sorriso la vita è un dono raro perché sprecarla in musi lunghi e lamentandosi sempre?
A volte riversa i suoi problemi su di me e perde facilmente il controllo.. non lo riconosco più.mi fa quasi paura ogni tanto.....
Mi chiedo se è lui l'uomo della mia vita. Tanti mi dicono che potrei avere di meglio Vorrei una persona diversa… Mi vergogno a dirlo forse lo vorrei un po' più colto. A volte è davvero grezzo!!! Non so se sono ancora innamorata come faccio a capire se è solo una crisi momentanea o se è tutto finito?
Per incasinarmi ancora di più è entrato in scena un mio collega d'ufficio, simpatico e intelligente, con il quale si instaura un bel rapporto di amicizia. Si parla, si beve un caffè… (c'è un certo feeling ma non è mai successo nulla ma confesso che ci ho fantasticato su diverse volte!), insomma stiamo bene, sulla stessa lunghezza d'onda. Un giorno mi dice che gli piaccio ma che rispetta la mia situazione e che non vuole mettermi in difficoltà. Si limita a corteggiarmi con teneri e romantici sms e fra le righe un giorno mi chiede se amo il mio fidanzato. Non gli ho dato una risposta diretta… e già questo è grave! Quello che è peggio e che dentro di me avrei voluto dirgli di no! Aiutami non so che fare della mia storia !

Cara Luna,
hai davvero bisogno dell’assoluzione di una persona più adulta per mettere a tacere i sensi di colpa? Il tuo non è un problema, ti serve solo una conferma per mettere la parola fine.
Evidentemente la vita professionale e la tua crescita personale hanno creato una grande distanza tra te e il tuo ragazzo. Poteva, forse doveva, accadere il contrario. Invece forse -azzardo sempre quando sospendete nel nulla le vostre storie d’amore e non mi fornite dati biografici un po’ più completi…- ti sei innamorata di un uomo più adulto perché avevi voglia di crescere, e lui non è stato capace di seguirti quando sei arrivata alla pari e poi lo hai superato. Nessuno è davvero meno colto o più grezzo di un altro, se ha voglia di migliorare. Storie come la tua sono molto comuni e nessuno ha colpa, rassicurati. Chiudi questa relazione senza rimpianti e magari con una certa gratitudine ma, se ce la fai, non servirti del tuo collega pieno di fascino. Prova a stare un poco da sola, o magari circondata dai numerosi ragazzi che dicono –disinteressatamente immagino- che potresti avere di meglio. Non ti impegnare subito, le storie che sostituiscono quelle precedenti raramente finiscono bene, troppo spesso sono pretesti, anche se chi le vive non ne è del tutto consapevole. Aspetta un po’ da sola, ti farà bene.

Ciao

Antonella



Problemi? Clicca sulla

.

Ripeto la mia raccomandazione: mentelocale rispetta il vostro anonimato al punto che neppure io ricevo gli indirizzi di posta elettronica. Quindi, se volete una risposta in privato, ricordatevi di inserire un indirizzo nel messaggio.

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Lontano da qui Di Sara Colangelo Drammatico 2018 Lisa Spinelli è una maestra d'asilo con la passione per la poesia, tanto che i suoi figli ormai quasi adulti la trovano trasformata dalle lezioni che sta seguendo e il marito sente di essere un po' trascurato. Lisa non è di per sé... Guarda la scheda del film