Cosa non deve mancare nella tua attrezzatura da trekking - Magazine

Outdoor Magazine Lunedì 7 ottobre 2019

Cosa non deve mancare nella tua attrezzatura da trekking

Hiking Boots
© Pixabay

Magazine - Ben lungi dal poter essere classificato come una passeggiata nella natura, il trekking è uno sport che richiede impegno, allenamento e, non ultimo, l’attrezzatura adatta ad affrontare ogni possibile situazione, anche di emergenza.

Indispensabili, in particolare, saranno un abbigliamento tecnico, specifico per la zona e le condizioni climatiche e un equipaggiamento ad hoc da scegliere con cura, dopo essersi documentati, magari online, sulle varie caratteristiche dei prodotti disponibili: a questo proposito, per esempio, il sito di recensioni rewild.it si può rivelare di grande aiuto per effettuare scelte valide.

Per affrontare con serenità una o più giornate di trekking non può assolutamente mancare lo zaino. Sceglierne uno con la capienza di 20-30 litri permetterà di contenere adeguatamente tutto quanto può occorrere durante l’escursione.L’importante è che sia uno zaino agganciabile anche sul petto in modo da poter godere di una maggiore tenuta nei movimenti. Preferite zaini impermeabili e dotati di numerose tasche e scomparti.

Altrettanto importante dovrà essere la scelta del giusto abbigliamento.Dovendo camminare per diverse ore su sentieri di varia natura, sarà importantissimo essere muniti di scarponcini adatti, meglio se impermeabili per evitare di bagnare il piede in caso di pioggia, e dotati di suola “a carrarmato”. Sarà bene, inoltre, che le scarpe proteggano anche le caviglie, in modo da ridurre il rischio di slogature e morsi di animali. Quanto al resto dell’abbigliamento, via libera a pantaloni tecnici comodi, impermeabili e dotati di tasche; maglietta termica per rimanere protetti sia dal caldo che dal freddo e camminare comodamente; felpa con zip di pile o di cotone a seconda della temperatura, da tenere direttamente indosso oppure nello zaino; calzettoni confortevoli, termici e traspiranti, più o meno pesanti a seconda della stagione; cappello per proteggersi dal sole o dal freddo; giacca, impermeabile ed antivento, meglio se dotata di cappuccio e tasche; occhiali da sole, indispensabili per la protezione degli occhi.

Una volta pensato allo zaino e all’abbigliamento, sarà la volta degli accessori. I bastoncini da trekking, per esempio, non possono assolutamente mancare nel vostro equipaggiamento. Soprattutto sui sentieri più difficili o quando si è particolarmente stanchi, sono un validissimo sostegno. In commercio se ne trovano di svariati modelli tra cui quelli pieghevoli, molto comodi da trasportare anche nello zaino. In alternativa potrete scegliere dei bastoncini fissi oppure regolabili.

Altri accessori altrettanto importanti quando si fa trekking sono:

  • Borraccia: scorte di acqua e bibite energizzanti non possono mancare durante un’escursione in montagna. È quindi bene tenere nello zaino una o più borracce per potersi reidratare ogni qual volta sia necessario;
  • Torcia: quasi sempre le zone di montagna non sono illuminate di sera. Per questo è indispensabile essere muniti di una torcia in grado di illuminare il sentiero al calare del giorno in modo da evitare di mettere i piedi dove non conviene…
  • Gps e cartina del luogo: sue strumenti indispensabile per l’orientamento insieme alla oramai desueta (ma certamente più caratteristica) bussola, che vi verranno in soccorso qualora doveste perdere la retta via;
  • Caricabatterie portatile per cellulare: soprattutto durante le escursioni di più giorni, è certamente un supporto necessario per consentirvi di continuare ad utilizzare il vostro cellulare e comunicare per qualsiasi necessità.

E se si vuole pernottare all’aperto? In questo caso, bisognerà integrare ulteriormente l’equipaggiamento con quanto necessario a mangiare e dormire fuori. In particolare, oltre ai viveri e ad eventuale abbigliamento di rinforzo, occorreranno:

  • Tenda e sacco a pelo: è importante sceglierli accuratamente, con le giuste qualità e del giusto materiale, a seconda delle condizioni climatiche e del tipo di territorio in modo da assicurarsi un riposo confortevole e rigenerante. Due equipaggiamenti fondamentali sui quali sarebbe bene non badare troppo al risparmio a discapito della qualità in quanto sono in grado, se ben selezionati, di accompagnarvi per molto tempo;
  • Coltellino svizzero, accendino e set pentole da campeggio: tre supporti che non potranno mancare nel vostro equipaggiamento per tagliare i materiali più diversi, accendere il fuoco e cucinare un pasto da godersi sotto le stelle.

Guest Article

Potrebbe interessarti anche: , Una gita sul lago di Como alla scoperta dei borghi più belli , Estate 2019: ecco perché regalarsi un’esperienza di rafting di coppia su Liveinup , Sardegna, viaggio a Cuccureddus: un sito archeologico da scoprire , Fare surf sul Tamigi a Londra, oggi è possibile! , Giro d'Italia 2015. Tanta salita e una sola crono