Magazine Mercoledì 17 settembre 2003

Nuovo libro del Carroggio alla FNAC

Magazine - Hotel Plaza, un altro libro della Caroggio Editore di Arenzano e il primo romanzo di Carlo Dessy, autore di origine napoletana ma trapiantato in Liguria da moltissimi anni. Il Forum Fnac giovedì 18 settembre, alle ore 18, ospiterà l’autore per la presentazione ufficiale del libro al pubblico genovese.

Protagonista un insegnante che trasforma la sua passione per il cinema in un lavoro di successo. E, mentre inizia a vivere questo fortunato momento professionale, conosce una giovane ragazza che lo trascinerà in un vortice di passione, mistero e all’ossessione d’amore.
Lo scenario? La Roma di Cinecittà e il mitico Hotel Plaza, che sarà il filo conduttore dell’intera storia e poi Santo Domingo, sfondo selvaggio e lussureggiante.

Graziella Campora, come il protagonista dell’ultimo romanzo pubblicato dalla Caroggio Editore, anche tu hai trasformato una passione in un lavoro?
È vero. La mia viscerale passione per i libri, dopo anni di lavoro ‘normale’ e di vita dedicata alla mia famiglia, si è evoluta proprio nella casa editrice. Parliamo ‘solo’ del 2000, quando grazie all’aiuto e la collaborazione di tanti amici e in particolare di Cristina Schembri, siamo riusciti a pubblicare il primo libro di poesie in dialetto "Fa taxei u coeu’. Ma partendo dalla poesia in dialetto, con il tempo abbiamo allargato l’offerta ai lettori, ora ci occupiamo anche di saggistica, romanzi e racconti.
Infatti quest’anno la vostra piccola, ma agguerrita, impresa conta ben 35 titoli, ma anche 3 testate giornalistiche e la gestione di una tipografia, un piccolo impero quindi. Ma sono molte le donne che vi affiancano e che vi aiutano in questo percorso imprenditoriale?
Sì, ci sono tante donne, tante autrici e molte valide collaboratrici, ma ci sono anche gli uomini validi, di cui non vorrei parlare ora. Come dicevo prima, preziosissima è la presenza di Cristina, una giovane architetto che è ‘cresciuta’ con noi ed è il direttore grafico. Cristina sta diventando giornalista pubblicista, con collaborazioni esterne e con i nostri mensili di informazione politica, sociale e culturale come ‘Arenzano Oggi’ e ‘Voltri Oggi’. Dal 2000 questi giornali sono punti di riferimento per l’informazione locale. Non solo dai primi mesi del 2003 distribuiamo, da Sampierdarena a Cogoleto, ‘Ponente Vivo’ inserto gratuito gestito dal Coordinamento dei Comitati di quartiere, che potremmo definire una ‘piccola’ spina nel fianco delle istituzioni. Dal gennaio 2003, Claudia Lupi, direttore responsabile di "Voltri Oggi", si occupa di pubbliche relazioni e segue come addetta stampa i nostri autori, che come hai sottolineato sono tanti. Non vorrei dimenticare nessuno, ma sulla nostra strada abbiamo trovato veramente tanti appassionati di libri. E la nostra ricerca di nuovi manoscritti è praticamente giornaliera e anche la scelta di gestirne la tipografia "La Lanterna" è stata la chiusura naturale di un cerchio.
Parliamo, per terminare, proprio della tipografia, che è nata da un’idea di Don Gallo, ma anche dei successi che la Caroggio Editore ha raccolto e dei programmi futuri visto l’entusiasmo di tutta la squadra.
La tipografia, che nasce come opportunità di lavoro e di recupero per alcuni ragazzi della comunità di Don Gallo, lavorava con noi già dal primo libro. Da quest’anno la gestiamo direttamente come casa editrice: come dire ‘dal produttore al consumatore’ e trattiamo tutto quello che riguarda il mondo della stampa su carta.
I riconoscimenti?
A parte la fiducia e la simpatia di chi ci segue da sempre, ricordo che Hotel Plaza è finito nella selezione unica del Premio Campiello 2003 e che L’impossibilità della storia, di Arkel-Tirella, ha vinto il Premio Rea 2003 per la saggistica a Ischia. Inoltre abbiamo in cantiere l’uscita di almeno altri due libri di grande interesse, ma questa è tutta un’altra storia e ne avrete notizia presto.

Nella foto in alto - un'autoscatto - da sinistra Claudia Lupi, Graziella Campora, Cristina Schembri e l’immancabile Mister Bade in un momento di relax.

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Non ci resta che vincere Di Javier Fesser Commedia 2018 Marco Montes è allenatore in seconda della squadra di basket professionistica CB Estudiantes. Arrogante e incapace di rispettare le buone maniere viene licenziato per aver litigato con l'allenatore ufficiale durante una partita. In seguito si mette... Guarda la scheda del film