Magazine Lunedì 8 settembre 2003

Il Paese dei Balocchi all'EGI Expo

Magazine - Dal 9 al 14 settembre parte la prima grande fiera del gioco a Genova e il padiglione C si riempirà di videogames, roles game, scacchisti, bridgisti, biliardisti e chi più ne ha più ne metta. Un'indigestione di gioco da togliere la voglia persino a Lucignolo. A proposito di amici di Pinocchio, Egiexpo non sarà solo gioco elettronico, new generation game o giochi classici, ma ospiterà uno spazio dedicato all’arte e alla cultura del gioco che, rubando la fantasia di Collodi, si chiama Il paese dei Balocchi. Uno spazio che terrà in debito conto il concetto di gioco come valore culturale, come palestra di allenamento per la vita. Il gioco come rappresentazione simbolica che si può sintetizzare nel meglio e nel peggio dell’uomo: l’amore e la guerra.

Per cercare di far questo si riuniranno nel Paese dei balocchi voluto da M-Team e Pentarte, autori prestigiosi, artisti nuovi e consolidati, incontri ed appuntamenti con l’Accademia del Gioco dimenticato. Happening continuo e full immersion nel desiderio di giocare con l’arte e con la creatività per mettersi in gioco con la propria anima e vincere o perdere in un rotolar di dadi.

"Il paese dei balocchi" è un motore di idee, di artisti e di creativi che presentano un programma ricco di fascinazioni e di incontri interessanti. Come la presentazione dell’ultimo libro sulla filosofia di Pinocchio, in anteprima nazionale il 12 settembre con l’autore Pietro Toesca. L’11 settembre Giorgio Reali, per l’Accademia del gioco dimenticato, presenterà venti antichi giochi di strada e giocherà sul selciato della Fiera con i bambini presenti. Non poteva mancare inoltre il Pinocchio Meccanizzato di Campo Ligure e la prestigiosa collezione dei “Pinocchi storici” dell’Editrice Giunti.

Il Paese dei Balocchi sarà gioco, ma soprattutto arte - nel senso più ampio del termine. Pittura, illustrazione, letteratura, poesia. Tutto a partire da Pinocchio, il protagonista della mostra che i curatori Mario Morales e Laura Gruppi hanno tentato di lavare dalle avventure multinazionali firmate prima da Disney e poi da Benigni, portando in mostra artisti come Bruno Munari, Alberto Casiraghi, Roberto Innocenti, Bianca Nelli, Josè Louis Cicciò, Emanuele Luzzati, Serena Olivari. Che si affiancheranno alla mostra Pinocchio incontra gli illustratori a cura di Livio Sossi e Gabriella Cappella.

Una vera chicca sarà rappresentata dalla mostra Pinocchio incontra pulcinoelefante, una coproduzione Centro Studi di Letteratura Giovanile “Alberti” di Trieste Edizioni Pulcinoelefante di Alberto Casiraghi - Fondazione Nazionale “C. Collodi” – Collodi (PT).

di Giulio Nepi

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

La prima pietra Di Rolando Ravello Commedia Italia, 2018 È un normalissimo giorno di scuola, poco prima delle vacanze di Natale, e tutti sono in fermento per la recita imminente. Un bambino, intento a giocare con gli altri nel cortile della scuola, lancia una pietra rompendo una finestra e ferendo lievemente... Guarda la scheda del film