In faccia al mondo - Magazine

Mostre Magazine Sabato 6 settembre 2003

In faccia al mondo

L'uomo della folla: non più l’intimità in questa sezione, né il privato,è il momento del sociale, delle moltitudini, della massa, della folla appunto. Le 11 personas remunerados di Santiago Serra con la sua arte politica, le 89 petites pieces di Donatella Lardi, on i connotati molteplici del viso, oltre alle foto di Armin Linke con le sue foto dal mondo e i particolari del volto.

Il ritratto come assenza: la fotografia può presentare il soggetto o può guardare quella porzione di realtà dopo che il soggetto se ne è andato, con gli effetti che ha lasciato, con l’assenza che richiama la presenza. Marco Samoré in La mia ultima scusa fotografa un tavolo, una tazzina di caffè rovesciato, tovagliolini, siamo in un bar, lui non c’è,ma si sente che è appena andato via, con una scusa forse. E’ lo stesso sguardo di Carlo Benvenuto con il suo tavolo e tre bicchieri d’acqua. Qualcuno è di certo passato.
Non diversa,ma sicuramente più ampia, è la prospettiva di Candida Hofer

Potrebbe interessarti anche: , Ad Ascona la mostra tematica Arte e Perturbante , Biennale di Venezia 2017: Viva arte Viva. Da Roberto Cuoghi a Damien Hirst , Lucca Comics 2016: Da Zerocalcare a Gipi, fino ai Cosplay , Anime nere: la Calabria tra letteratura e cinema , Addio a Mario Dondero, fotografo del '900 più vero