Concerti Magazine Mercoledì 3 settembre 2003

Elio, tensostruttura permettendo

Magazine - L’ultima volta che avevamo visto Elio e la sua band dal vivo in esterna era una notte buia e tempestosa, era il capodanno del 1997, quando neve e tramontana trasferirono Genova in Finlandia.
Ieri, alla Festa de L’Unita il complessino è tornato a Genova per presentare dal vivo l’ultima fatica, ovvero Cicciput. Gli ingredienti per una serata di grande musica c’erano tutti: il caldo tropicale alle spalle, tre generazioni di ragazzi reduci dalle Feste delle Medie, ed una delle migliori band musicali che un palco possa avere l’onore di ospitare.

Elio appare subito in gran forma con un flauto traverso suonato con passione e talento, le storie tese rispondono alla grande con cinque minuti di musica pura. Poi le canzoni.
I pezzi nuovi accompagnano quelli vecchi in un viaggio tra memoria e scoperta che viene accompagnato sempre dalle risate che seguono ogni siparietto tra una canzone e l’altra.

Elio canta, presenta Carambola, l’alter ego di Rocco Tanica e fa satira interna alla sua maggioranza: "Noi Giovani esponenti di Forza Italia, avevamo paura di venire tra voi comunisti" - esordisce - "i Servizi ci hanno informato che tra di voi si sarebbero introdotti alcuni sovversivi armati di fischietto". Risate e cori.

Peccato che la festa sia stata parzialmente rovinata, per l’ennesima volta, da una struttura che si è dimostrata, una volta di più, inadeguata alla buona musica. Dal palco Elio sembra imbarazzato e ringrazia, sarcasticamente, la tensostruttura "capace di farci tornare indietro ogni singola nota in un casino generale".
Dalla platea la situazione sembra senza speranza. Le canzoni nuove sono sfregiate da un suono che fa persino sembrare il vecchio Palasport come l'Operà di Parigi. Quelle vecchie si salvano grazie ai cori che le accompagnano.
Insomma, ancora una volta Genova dimostra quanto sia necessaria una struttura che sia pensata e costruita per ospitare la musica dal vivo: la musica è Cultura, non è un pacco da posteggiare nel primo posto che capita.

Ad ogni modo, quello di ieri sera era il primo di una serie di concerti di un certo livello che la Fiera ospiterà in questa settimana. Nei prossimi giorni arriveranno, tra gli altri, Piero Pelù, Morgan, I Nomadi, Francesco Guccini, I Negrita, gli Animals e Paul Young: in pratica, se si riuscirà a curare il mal di musica dell’Arena del Mare, ne sentiremo delle belle.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Animali fantastici e dove trovarli Di David Yates Fantastico U.S.A., Regno Unito, Palestina, 2016 1926. Newt Scamander ha appena terminato un viaggio in giro per il mondo per cercare e documentare una straordinaria gamma di creature magiche. Arrivato a New York per una breve pausa, pensa che tutto stia andando per il verso giusto…se non fosse... Guarda la scheda del film