Outdoor Magazine Mercoledì 22 maggio 2019

Guida al ciclismo: che bici scegliere, esercizi e consigli pratici

Magazine - Per tutti quelli che non hanno ancora avuto la possibilità di entrare a far parte di questa meravigliosa disciplina, in questo articolo parleremo in modo dettagliato ed esauriente su tutto quello che ce da sapere sul ciclismo. Passando infatti da cosa comprare, dalle bici varie, quindi i loro modelli e il materiale con cui sono create. A cosa cambia da diversi materiali.

Come scegliere la bici giusta ma soprattutto cercare di capire prima che tipo di ciclista vorresti diventare, per esempio se ti piace la velocita e vorresti diventare un ciclista da corsa oppure che ti piace percorrere chilometri interi quindi vorresti diventare un ciclista per lunghe distanze. Non ti preoccupare in questo articolo troverai tutto ciò che ti occorre per ventarlo ma prima devi sapere che per diventare uno bravo bisogna avere passione e anche molta dedizione.

Prima di iniziare con tutte le informazioni sopra nominate vi vorremo elencare 10 motivi validi per cui il ciclismo e uno degli sport non solo più belli ma anche uno sport che vi aiuta tantissimo per la salute. Come prima cosa fare ciclismo alza notevolmente la qualità del sonno, infatti si libera molta energia durante una pedalata. Rilassando cosi i muscoli che vi aiuta a conciliare il sonno. Migliora la circolazione sanguinea e riduce quindi drasticamente il rischio di infarto.

Facendoti sudare ti aiuterà ad espellere molto più velocemente tossine dal vostro corpo. Migliora moltissimo le capacita polmonari. Aiuta ad aumentare la vitamina D, quindi di conseguenza si rafforzano le ossa, i muscoli e anche la pelle. Riduce dolori alle articolazioni, rinforzandole. Il vostro umore e anche la vostra memoria inizieranno a migliorare. Incide molto anche sul vostro sistema immunitario e vi aiuta molto a rimanere sempre in forma. Ed infine riduce anche il livello del colesterolo cattivo nel tuo corpo. Come vedi iniziare a pedalare migliora la vostra vita su tutti i punti di vista.

Bicicletta, abbigliamento e accessori

Iniziamo prima con la cosa più fondamentale che ti serve, ovvero una bicicletta. Per iniziare è consigliabile acquistare una bicicletta usata, magari presa da un professionista e facendosi consigliare in base alle caratteristiche del modello. E' consigliabile non spendere molto per la prima bici, in quanto con il tempo potrebbero cambiare le proprie necessità e priorità.

Altro passo importante da fare è comprarti un casco. Esatto può sembrare scontato ma e talmente importante da essere la prima cosa che dovrai comprare. La tua sicurezza e molto più importante di ogni altra cosa quindi inizia da quello.

La seconda altrettanto importante è l’abbigliamento. Se inizi a sudare e poi ti prendi un raffreddore può succedere che ti passa la voglia di risalire di nuovo su una bici. Puoi comprare anche un abbigliamento meno costoso maglia e pantaloncini. Per quando riguarda le scarpe essendo agli inizi anche scarpe semplici da ginnastica andranno più che bene, non avrai bisogni di usare gli agganci sin dall'inizio. Quello che consigliamo vivamente è che prima di prendere questa decisione e importante sapere lo stato della vostra salute, quindi fatte un check up completo per iniziare nel modo più sicuro possibile.

Il telaio delle bici

Siamo arrivati dunque siamo arrivati dunque alla cosa più importante di tutte. La bici che dovrai scegliere per iniziare questo meraviglioso percorso. Essendo alle prime armi non bisogna spendere per una bici più che per una macchina. Vogliamo farvi capire che non è detto spendere somme spropositate sin dall'inizio quindi potete comprare anche un modello semplice oppure anche una bici usata. Ci sono diversi modelli anzi una marea di modelli e avrai solo l’imbarazzo della scelta. Iniziamo per ordine spiegando diversi modelli di bici e il materiale che viene usato per crearle.

Telaio in fibra di carbone

Una delle bici più richieste e più vendute oggi sul mercato è senza 'altro la bici con il telaio in fibra di carbone. Il carbone e un materiale formato principalmente da due elementi. Il primo elemento, la fibra di carbone, viene ottenuto dalla distillazione del petrolio oppure da quella di un materiale polimerico. Il secondo materiale e anche quello che fa da collante è la resina epossidica. Oltre ad un peso molto leggero e una robustezza unica ha anche un'altra caratteristica fondamentale è che ha una massima resistenza alle forze esterne. Questo significa che è un materiale perfetto per creare una bicicletta robusta e veloce per tutti gli appassionati. Quindi sicuramente deve fare parte della vostra lista per la spesa, perché questo modello vi potrà veramente essere utile se mai deciderete di acquistare un modello simile.

Bici in telaio d’acciaio

Un altro materiale che viene usato per le bici e l’acciaio. Non vogliamo prolungarci di più spiegando che cos'è o come viene ricavato perché innanzitutto sappiamo tutti che cos'è ed è irrilevante al nostro caso da cosa viene ricavato. Il fatto sta che molte persone dicono che l’acciaio non è più un materiale adatto per formare un telaio per le bici perché molto più pesante del carbonio. È vero e più pesante del carbonio e anche dell'alluminio ma anche essa ha delle caratteristiche a suo favore. Il suo peso potrà essere superiore ma la sua resistenza lo è altrettanto. Infatti è molto più resistente dei due materiali sopra menzionati. Per di più e anche molto più economico, Questo materiale è anche immune dalla rottura in caso di uno schianto. Ma anche nel caso subisse qualche danno e molto più facile trovare qualcuno in grado di riparalo. Anche in questo caso e una caratteristica da tenere sempre presente prima di prendere una decisione.

Bici in alluminio

Passiamo infine a spiegare il materiale dell'alluminio che viene utilizzato per creare il telaio delle bici. Dopo l’acciaio sul mercato delle biciclette è comparsa per la prima volta verso gli anni 70 l’alluminio. Come ben sappiamo questo materiale viene utilizzato anche per creare le lattine ed è proprio per questo motivo che ce un dibattito verso il suo utilizzo in questo settore. Alcuni dicono che è solo un rimpiazzo per chi non può permettersi un telaio in carbone, ma noi siamo convinti non solo del suo potenziale sviluppo ma anche che ha molte caratteristiche positive. Per questo vi mostreremo in seguito i pro e i contro del suo implemento in questa area. Come materiale è molto leggero ma la sua resistenza non è alla pari con le altre. Si è riuscito per tanto avere un ottimo resultato solamente aumentando il suo spessore e lasciando intatto il suo spessore. Infatti si è ricavato l’aumento della sua rigidezza. L’alluminio a differenza dell'acciaio non arrugginisce e il suo costo di produzione e molto più basso per questo motivo il suo prezzo e molto più economico.

Telaio in Titanio

L’ultimo materiale che vi vogliamo presentare è il titanio. Un materiale a dir poco straordinario. Molto leggero e allo stesso tempo molto resistente. Questo infatti è il suo punto di forza ma anche di debolezza essendo che ha un costo molto elevato. Anche esso non arrugginisce, infatti non necessita nemmeno di essere verniciato e resiste molto di più ai fattori esterno. Un altro problema è che questo materiale è estremamente difficile da saldare quindi in caso di un danno anche il costo della riparazione sarà molto più elevato per non parlare del fatto che sarà ancora più difficile trovare chi può effettuare la sua riparazione.

In generale questi sono i principali materiale che vengono usate per creare il telaio delle biciclette la scelta ora spetta esclusivamente a voi. Tutto dipende dalle tue possibilità economiche e da cosa cerchi dalla bici che vuoi acquistare. Non sono gli unici modelli, come abbiamo anche specificato sono solo i principali. Continuiamo pero nella nostra guida per informarti ancora di più su cosa ti serve per iniziare a pedalare e diventare un ciclista esperto e professionale.

Esercizi per iniziare

Come prima cosa ti devi preparare a dolori all’inizio delle prime pedalate. Infatti all'inizio la sella ti procurerà delle sofferenze. Una piccola pena da pagare per iniziare la tua avventura in questo sport ma non ti preoccupare perché ce una piccola scorciatoia a questo inconveniente. Potrai infatti ricorrere all'utilizzo della così detta sella da passeggio almeno fino a quando non inizierai a sentirti più al tuo aggio con la tua nuova bicicletta.

Pertanto inizierai a sentire anche un bruciore e dolori muscolari ai piedi e al polpaccio. È una cosa normale essendo che non hai mai fatto lunghe corse con la bicicletta, e fino a quando il tuo corpo non si recupererà, utilizza questa piccola tecnica nel frattempo. Metti la corona piccola davanti e i pignoni grandi dietro e pedala veloce. Cosi imprimerai meno forza nei pedali e di conseguenza i muscoli ne risentiranno di meno.

Imparerai sempre tecniche nuove, alcune verranno da sé semplicemente praticandoti e ricevendo sempre più esperienza e più controllo. Basta avere la dedizione e la pazienza necessaria. Intanto segui i consigli che ti stiamo proponendo e percorri ogni passo pianificando ogni mossa per facilitare il tuo percorso. Scarica come prima cosa sul tuo smartphone l’applicazione Strava. È un'applicazione che ti permetterà di registrare ogni percorso ogni chilometro e ogni minuto che passerai in sella alla tua bici. Questo è importantissimo per tenere sto controllo i tuoi progressi per poter migliorare sempre di più.

Posizionamenti e movimenti per il ciclismo

Ci sono diversi posizionamenti che devi conoscere una volta che inizi a intraprendere questa strada. Ogni movimento, ogni decisione e ogni posizione necessitano di una preparazione attenta. Si può infatti pedalare con il piede bloccato al pedale oppure con il piede parzialmente libero. Per far sì che il piede riesca ad assumere diverse inclinazioni e darti la possibilità di pedalare in diversi percorsi occorre che la sella sia posizionata alla giusta altezza. Esatto ogni cosa ha un suo perché e spetta a te imparare per migliorare oppure continuare a sbagliare dando problemi alla tua salute fisica. Tutto il tuo corpo deve fondersi con la bici e creare una sintonia perfettamente, perché un buon posizionamento porta più aerodinamica e di fatto più velocita.

Quando inizierai a pedalare non ti devi preoccupare di mettere una tempistica e di quanto tempo devi passare sulla bici. Questo infatti varia da persona a persona e dipende da diversi fattori. Come per esempio dal fisico dall’età e anche dalle motivazioni. Una volta che avrai imparato come stare in sella e mantenere un corretto equilibrio con la nuova bici e come pedalare è il momento di alzare l’asticella. Inizia prima a fare un percorso a tratti, cioè un tratto di percorso lo farai con la pedalata veloce e un altro con una pedalata di forza. Questo vuol dire diminuire il numero di pedalate a minuto incrementando cosi la tua massa e forza muscolare. Poi ce il terzo step e quello più difficile, la salita.

La salita

Devi capire che la salita la devi iniziare a fare solo una volta che ti sarai abituato a pedalare in pianura. Questo perché è il modo più facile per imparare e darti il tempo anche di recuperare e prepararti fisicamente. Ma prima o poi dovrà arrivare il momento di affrontare le salite. Per fare ciò devi imparare le due fasi essenziali base. La prima è la più facile è imparare a spostare il tuo corpo da una parte all’altra. La seconda e imparare come spostare la bici alternativamente mentre il corpo rimane sempre stabile. Diciamo che tutto quello che ce da sapere riguardo alle salite si può racchiudere in una sola frase. ‘’ Per imparare come fare le salite prima devi fare le salite.’’ Ma prima assicurati di avere fatto prima un paio di chilometri in pianura, perché la salita e un gioco ben diverso.

Discesa ed esercizi di equilibrio

È normale che una volta che avrai percorso una salita la tua prossima sfida sarà la discesa. In questo caso ti servirà molto equilibrio e molta concentrazione. Per di più è molto importante avere riflessi sempre pronti in ogni momento. Quando percorrerai una discesa ricordati che devi solamente sfiorare la discesa e i tuoi piedi devono essere fermi sui pedali che a talvolta devono posizionarsi in orizzontale. Se la discesa e abbastanza lunga da affrontare, ricordati che di pedalare in tanto in tanto cosi non lascerai raffreddare i tuoi muscoli.

Un altro aspetto importante è un'attenta preparazione e molta attenzione anche ai più piccoli dettagli. Se vuoi essere più preparato ti conviene effettuate prima vari corsi di equilibrio con la bici. Cosi riceverai molta più sicurezza e confidenza con la tua bici. Uno degli esercizi che ti consigliamo di fare è imparare a pedalare senza mani. Questo non solo accresce il tuo equilibrio ma ti dà anche l’opportunità di fare rilassare la tensione nelle mani. Infatti dopo un lungo periodo in sella possono anche iniziare a formicolare. Il prossimo esercizio che voglio portare nella tua attenzione e molto importante. ‘’Scommetti’’ con un amico di fare una corsa lenta. Ciò vuol dire di scegliere un percorso anche di 30 o 20 metri. Vince chi arriva ultimo quindi più piano vai più possibilità avrai di vincere.

Ci sono molti altri esercizi come per esempio raccogliere oggetti da terra durante state pedalando oppure rimanere anche fermo in bici, comunque alcune cose e meglio impararle strada facendo. Spero di esserti stato utile in questa guida al ciclismo Ovviamente ci sono molti altri argomenti da approfondire in questo sport ma come anche detto all'inizio dovevamo prima introdurvi in questo mondo.

Potrebbe interessarti anche: , Il party estivo perfetto? Ecco i consigli per tanto divertimento tra cocktail e selfie , Una gita sul lago di Como alla scoperta dei borghi più belli , Estate 2019: ecco perché regalarsi un’esperienza di rafting di coppia su Liveinup , Sardegna, viaggio a Cuccureddus: un sito archeologico da scoprire , Fare surf sul Tamigi a Londra, oggi è possibile!