Magazine Martedì 12 agosto 2003

Non so nemmeno perché ti scrivo

Se vuoi contattare Antonella Viale scrivi una email a lapostadelcuore@mentelocale.it

Magazine - Ciao,
disperdo questo testo nel WEB, come un messaggio in una bottiglia.
Sono una donna di 35 anni, madre di una splendida bambina di tre, da qualche tempo separata. Ho avuto seri problemi di salute e una storia assurda con il mio ex... e nel momento in cui credevo di esserne uscita, nell'attimo in cui mi stavo risollevando da una serie di problemi che mi avevano chiusa in un mondo tutto mio, creando una barriera a tutto e tutti... ECCO CHE ARRIVA LUI!!
Non l'ho cercato, né lo volevo inizialmente, ma più il tempo passava più mi affezionavo. Lui Veneto e io Siciliana... 1200 Km di distanza, ma faceva come un pazzo per incontrarmi e per voler stare con me.
Dopo 4 mesi di conversazioni telefoniche eravamo diventati complici, amici, confidenti...tutto! E così decidiamo di incontrarci... e passiamo un week end meraviglioso. Un uomo affascinante, intelligente, furbo, intrigante, passionale... insomma mi ha folgorata (36 anni separato da poco).
Ogni 15 gg impazziva e veniva a trovarmi e si passava insieme tre giorni da favola. Mi faceva sentire come la sua principessa... e dopo circa 8 mesi di questa storia non mi risponde più al telefono.
Una sera non ne posso più e lo chiamo ripetutamente... fino a quando prende il telefono e mi dice: "io non voglio più parlare con te!!! per il momento lasciami solo". Io non capisco, lo imploro a dirmi cosa è successo e di spiegarmi il perché di una settimana di silenzio.
Ma lui mi dice che non mi ama più!
Io rispetto la sua richiesta e lo lascio solo!
Dopo qualche settimana si fa sentire, come se fosse un vecchio amico. Scherza, mi chiede come sto e poi "ciao adesso devo andare".
Io resto attonita e le parole non fuoriescono.
Ma cosa sono stata per te??? Ma mi hai mai amato??? No non posso credere, non avrebbe fatto tutto quello che ha fatto!! Il week end regalo a VENEZIA, le varie sorprese e le delicatezze che aveva per me... no no... non può essere così!!!
Da allora ogni tanto mi chiama per sapere come sto, e l'ultima volta avendomi sentita un po' giù, mi rivela di avere una storia... che lui ha sottolineato "seria", e io gli ho risposto: "sono felice per te...ciao!!!".
E lui mi risponde: Vorrei incontrarti per un'ultima volta!! e io: ci penserò!!!
Da allora ho evitato di rispondergli al telefono e sono perplessa e confusa.


Cara perplessa,
come sempre siamo nel campo delle ipotesi. Non so chi siete, come vi siete incontrati, che lavoro fate, insomma non sono in grado di valutare la situazione.
Quello che mi viene da dire è così semplice e banale da non sembrare vero: anche lui è perplesso e confuso. Succede molto raramente – sia agli uomini che alle donne - che la prima relazione dopo una separazione dolorosa sia quella definitiva. Di solito succede proprio il contrario, che sia un momento di passaggio, in cui quello dei due che è stato ferito è come se saggiasse la sua capacità di sedurre, la sua resistenza al dolore, la sua forza rispetto all’altro sesso… Una specie di esperimento involontario e inconsapevole, in cui l’individuo è in buona fede, innamorato per davvero –almeno così crede- ma che, in quanto esperimento, è destinato a esaurirsi. In qualche modo ci sei passata anche tu, non hai avuto una storia disastrosa con il tuo ex, prima di sentirti abbastanza forte da affrontare l’amore, cioè l’ignoto?
Se dietro alla tua lettera piena di dubbi c’è anche la richiesta di un consiglio pratico, ti direi di continuare a evitare di rispondere al telefono: se davvero vuole rivederti si scaraventerà in Sicilia da un momento all’altro come ha già fatto. Soltanto in questo caso avrai qualche probabilità che non sia l’ultima volta.

Auguri.

Problemi? Clicca sulla

.

Ripeto la mia raccomandazione: mentelocale rispetta il vostro anonimato al punto che neppure io ricevo gli indirizzi di posta elettronica. Quindi, se volete una risposta in privato, ricordatevi di inserire un indirizzo nel messaggio.

di Antonella Viale

Potrebbe interessarti anche: , Perché lui non vuole una storia a distanza? , «Mia madre ci ha sorpreso nudi. E adesso?» , «Aiuto! Subisco violenza dal mio convivente» , Io e il mio amico siamo finiti a letto. Ma ora lui è scomparso , Sono innamorata del mio migliore amico. Che faccio?

Oggi al cinema

Miracolo a Milano Di Vittorio De Sica Fantastico Italia, 1951 Guarda la scheda del film