Casa sicura da intrusioni esterne: la guida definitiva - Magazine

Casa sicura da intrusioni esterne: la guida definitiva

Attualità Magazine Giovedì 7 marzo 2019

Magazine - La protezione della propria casa e famiglia è certamente uno dei temi che sta più a cuore a tutti. Proteggere la casa dai malintenzionati, dagli intrusi e dai ladri è una necessità che abbiamo tutti ed è un obiettivo che si può raggiungere con qualche accorgimento prezioso. La casa, infatti, dovrebbe essere quel luogo dove ciascuno si sente protetto, riparato e al sicuro.

Oggi, grazie allo sviluppo tecnologico, è possibile elaborare una serie di sistemi di sicurezza per una casa sicura dalle intrusioni esterne che ci faccia sentire al sicuro. Basta un investimento piccolo-medio per l’acquisto di una porta blindata e di un sistema di sicurezza anti-intrusione, che sia idoneo alle proprie esigenze, per difendere l’abitazione dai malintenzionati e dalle aggressioni esterne. La prevenzione è uno strumento ideale  per tutelare sia l’abitazione, la famiglia e i beni che sono all’interno della casa. Ecco i consigli migliori per guidarvi alla protezione della vostra casa.

L’importanza della porta blindata

La prima cosa da fare per mantenere al sicuro la propria casa è procedere alla scelta ed all’installazione delle porte blindate. Una porta blindata non è altro che una porta rinforzata, secondo la sua classe di sicurezza, in grado di resistere a tentativi di effrazione di volta in volta più potenti man mano che aumenta la classe di sicurezza. La porta blindata va scelta in primo luogo tenendo conto della classe anti-effrazione che è più adatta alla nostra sicurezza. In particolare, si distingue:

  • la classe 1, che ha un grado di tutela minimo ed è in grado di resistere ad uno scassinatore alle prime armi
  • la classe 2, che resiste all’uso di piccole tenaglie e coltelli ed è indicata per proteggere uffici
  • la classe 3, che resiste anche ai piedi di porco e ad un ladro con maggiore esperienza
  • la classe 4protegge dall’uso di seghetrapani e scalpelli
  • la classe 5, protegge anche da ladri molto esperti e va bene per proteggere case ad alto rischio e gioiellerie
  • il massimo grado di sicurezza, la classe 6, che è in grado di proteggere banche ed ambasciate

Per un appartamento in condominio, una porta blindata di classe 3 è più che sufficiente; per case indipendenti, ville e villette a schiere, o appartamenti a rischio, si suggerisce invece l’acquisto di una porta blindata classe 4 che tutela anche dall’azione degli scassinatori più esperti. Una volta installata la porta blindata, è possibile scegliere la personalizzazione più in linea con la propria casa.

Scegliere il sistema di allarme idoneo

Il sistema antifurto è un altro elemento indispensabile per la protezione della propria abitazione. L’antifurto permette di allarmare tutta la casa o anche solo alcune zone della stessa, per proteggerla sempre anche in caso di assenza. Oggi esistono molteplici tipologie di antifurto, alcuni più classici e semplici, come quelli dotati solamente di sirena, altri più evoluti che sono in grado di comunicare direttamente col proprietario di casa in caso di effrazione, per mezzo di notifiche, segnali e anche di invio delle immagini. Vi consigliamo di scegliere il migliore tipo di antifurto tenendo conto non solamente del budget, ma anche della qualità del prodotto, della sua resistenza nel tempo, nella capacità di interagire con voi ed eventualmente con la centrale di sicurezza in caso di effrazione. Possiamo distinguere:

  • gli antifurto filari, che sono quelli più classici: ogni dispositivo è connesso da un filo e per installarlo serve spesso l’intervento di un esperto
  • gli antifurto wireless, sono i sistemi senza fili che, per motivi pratici, di installazione e anche estetici oggi vanno per la maggiore. Semplici da installare in casa, sono funzionali, ma alcuni modelli potrebbero subire dei disturbi del segnale, quindi vale la pena investire in un antifurto di alta qualità
  • sistemi sia wireless che filari, ovvero gli antifurti misti, sono composti sia da device con filo che senza

C’è anche chi utilizza degli antifurti finti, perché è convinto che basti la presenza di una telecamera fasulla per poter dissuadere un ladro. Se questo trucco funziona con un delinquente alle prime armi, non è però garantito che funzioni anche con ladri e svaligiatori esperti. Ecco perché si consiglia di valutare bene prima di usare un antifurto fintoper proteggere la propria casa. I costi da affrontare per rendere la nostra casa sicura sono sicuramente inferiori al prezzo della serenità del proprietario e dei suoi familiari. Nella scelta dell’antifurto, si consiglia di tenere presente la possibilità, ad oggi concessa, di poterli gestire anche a distanza, con l’uso di app sullo smartphone, e di potersi fare inviare delle immagini direttamente da esso. In questo modo si può sempre tenere sotto controllo la situazione in casa.

Altri consigli per una casa sicura

Dotarsi di una porta blindata e di un sistema di allarme adeguato alla struttura e grandezza della casa è il primo passo concreto da fare per dotarsi di una casa sicura. In secondo luogo, si suggerisce di adottare qualche accorgimento e buona pratica che può diminuire il rischio di furti in casa:

  • aiutarsi fra vicini: aumentare la collaborazione fra vicini aiuta a tenere d’occhio le case a vicenda. La collaborazione nel vicinato è un’arma vincente per abbattere il rischio di effrazioni in casa
  • non lasciare mai oggetti di grande valore in casa, specialmente se non si hanno casseforti adeguate per proteggerli
  • non lasciare messaggi sulla porta di casa a dimostrazione che la casa è vuota
  • non lasciare mai le chiavi della porta sotto lo zerbino, sotto il vaso delle piante in giardino o in altri luoghi classici dove possono essere facilmente trovati anche dai malintenzionati occasionali
  • non rilasciare informazioni sulla vostra assenza da casa in segreteria telefonica
  • si consiglia di non scrivere sui social che si è lontani da casa, dove ci si trova e per quanto tempo: la privacy non è mai troppa, specialmente durante il periodo estivo

Potrebbe interessarti anche: , Open Innovation: l'innovazione come chiave di sviluppo del business , Un gesto per l’ambiente che ti fa risparmiare: gli smartphone ricondizionati , GoDaddy e i GoWebinAr, Valentina Falcinelli spiega come dare personalità al proprio brand , Vini biologici Millesima: la scelta pregiata a filiera controllata , Su Farmaciauno sempre più richiesti gli integratori per lo sport