Magazine Giovedì 7 agosto 2003

Roberto Perrone

è nato a Rapallo 46 anni fa. Giornalista, si è laureato con una tesi su Mario Soldati, ha iniziato a collaborare con le pagine genovesi del quotidiano “Avvenire”, nel 1981 è stato assunto al “Giornale” e dal 1989 è alla redazione sportiva del “Corriere della Sera”, per il quale ha seguito tutti i più importanti avvenimenti sportivi dell’ultimo decennio: le Olimpiadi, i Mondiali di calcio, i grandi tornei di tennis. Vive e lavora a Milano da vent’anni. è il suo primo romanzo e ha ricevuto il premio “Giornalismo per un calcio più umano".

Ecco come si presente Roberto Perrone nel suo sito personale (robertoperrone.it/index.php ): “sono un giornalista del Corriere della Sera e mi occupo soprattutto di sport, ma con il gusto per il reale. Ho girato il mondo seguendo tutti gli sport, dal calcio, al tennis, al nuoto. Ho fatto cose e veduto gente. Per questo ho una passione - per certi versi devastante - per il cibo, ma anche per il cinema, per la letteratura (ho scritto un romanzo, racconti, favole e pure commedie), per i viaggi, per gli incontri”.
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Il testimone invisibile Di Stefano Mordini Thriller 2018 Adriano Doria è "l'imprenditore dell'anno" nella nuova Milano da bere. Guida una BMW, porta al polso un Rolex vistoso, ha una moglie e una figlia adorabili e un'amante bella come Miss Italia. Ma ora si trova agli arresti domiciliari, accusato di... Guarda la scheda del film