Attualità Magazine Martedì 26 febbraio 2019

Isola d'Elba: come arrivare e cosa vedere nella perla del Mediterraneo

Paesaggio dell'Isola d'Elba
© Pixabay

Magazine - L’Isola d’Elba è la più grande isola del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.Con le sue spiagge dorate, le sue acque cristalline, i suoi villaggi arroccati sui monti e il suo entroterra verdissimo, è un’oasi naturale splendida che conquista indubbiamente tutti i suoi visitatori.

Come si arriva all’isola d’Elba?

L’isola è collegata alla terrafermaesclusivamente tramite il porto di Piombino, dal quale si possono raggiungere i porti di Portoferraio, Rio Marina e Cavo con frequenti partenze tutti i mesi dell’anno. Portoferraio, per la sua posizione centrale, è il porto di attracco scelto dalla maggior parte dei viaggiatori visti i frequenti collegamenti con aliscafi e traghetti. Anche il porto di Rio Marina, situato sulla costa est dell’isola, è collegato tutto l’anno con corse più saltuarie mentre il porto di Cavo, il più vicino alla terraferma, è raggiungibile in soli 15 minuti di aliscafo e in 30 minuti di traghetto. Nel periodo estivo, vengono attuati anche collegamenti con la Corsica vista la notevole vicinanza tra le due isole.

Vista la breve distanza che separa l’isola dalla costa italiana, le partenze dei traghetti per l'isola d'Elbasono frequenti ed imezzi impiegati per le rotte dispongono della sola sistemazione del passaggio ponte e dunque i passeggeri possono trascorrere il tempo della navigazione presso lo snack bar, nei saloni interni dotati di poltrone, tv e wi-fi, oppure sui ponti esterni ammirando il panorama che offre l’isola.

Cosa è possibile visitare?

Tra le cose da vedere sull’isola d’Elba ci sono, sicuramente, le sue bellissime spiagge, tutte da togliere il fiato e molto diverse tra loro. Si passa dalle piccole caratteristiche calette di sassi, alle spiagge di sabbia nera oa bianchissime distese di ciottoli e sabbia finissima.La maggior parte delle spiagge sono ad accesso libero ma è possibile anche scegliere zone servite da stabilimenti balneari attrezzati con cabine, ombrelloni e lettini per una vacanza in assoluto relax.Al pari delle spiagge, i luoghi di maggiore interesse turistico sono, sicuramente,i luoghi e i musei legati a Napoleone Bonaparte: le sue residenze sorgono a Portoferraio dove è possibile visitare anche il Museo dei Cimeli Napoleonici e il teatrino dei Vigilanti.Di notevole interesse è anche il Museo dei Minerali dell’Elba e dell’arte Mineraria, all’interno del Palazzo del Burò nel centro del villaggio di Rio Marina.All’interno è possibile ammirare una collezione di circa 1000 campioni di minerali e una ricostruzione degli ambienti della miniera antica.

Se invece siete appassionati di natura ed escursioni all’aria aperte, è d’obbligo fare un salto ad Enfola, Marciana, Rio Elba e Pianose, sedi delle Case del Parco, per scoprire la vita naturalistica dell’isola, della sua flora, della fauna e ammirare scorci di inestimabile bellezza.I paesaggi, infatti, sono il punto forte dell’Isola d’Elba e i viaggiatori che vi si recano per le proprie vacanze estive non possono non visitare il Monte Capanne con i suoi 1019 metri di altitudine. Il monte è la meta ideale per gli amanti del trekking e delle passeggiate.

Sempre in tema di escursioni, vi segnaliamo il sentiero del Filo d’Oro situato sui fianchi del Monte Perone, ma anche l’Oasi delle Orchidee e il famoso Santuario delle Farfalle nei pressi di Monte Maolo. Lungo il sentiero che conduce al santuario è possibile avvistare fino a 50 specie di farfalle diverse ed in un habitat praticamente unico in Europa.

Potrebbe interessarti anche: , Consigli per far conoscere la propria startup , Un manifesto per Genova: contest di comunicazione creativa , Sogni gli Stati Uniti? Ecco come organizzare il viaggio , Vacanza sulle isole con il traghetto: il modo migliore per godersi il viaggio , Previsioni zodiacali 2019 con i Tarocchi: che anno sarà?