Concerti Magazine Martedì 5 agosto 2003

Approdi dal mondo al Porto Antico

Un molo, una bitta, una gòmena. L’Expò di Genova – pezzo di porto strappato ai traffici e regalato al divertimentificio, ai parcheggi, ai turisti e in parte anche ai genovesi – ritrova il suo passato e per una settimana ritorna ad essere un accogliente punto d’arrivo: da ogni parte del pianeta, per una settimana, giungono in città le sette note. Ritmi brasiliani, caraibici, celtici, balcanici. Musiche, strumenti, voci.
È Approdi dal mondo, rassegna dal nome azzeccatissimo e dall’altrettanto apprezzato ingresso libero, che fino a domenica 10 agosto porterà al Teatro Piscina del Porto Antico gruppi e musicisti provenienti da mezzo mondo.

Martedì 5, sul palco saliranno i Banda Clave de Sol & Mistura Boa, direttamente dal carnevale di Rio De Janeiro, per uno spettacolo colorato e frenetico, con ben dodici cambi di costume.

Mercoledì 6 la rassegna ospita il concerto dei Praying for the rain, progetto nato dalla mente dei fratelli italo canadesi Vincent e Dominic De Cicco, per fondere world music e folk. Incantevoli armonie vocali, chitarre acustiche ed elettriche, digeridoo, violino, bodhran, uniscono influenze provenienti dalle culture celtiche, indiane e da quelle dei Nativi d’America.

Il quarto appuntamento, giovedì7, ci riporta con la geografia in Italia, ma ci fa comunque oltrepassare altri confini, quelli temporali. I Novalia partono dalle radici delle nostre tradizioni sia negli strumenti usati (organetto, zampogna, ciaramella) sia nell'uso della lingua, per andare alla ricerca di un percorso che attraversa la tradizione popolare italiana così come le melodie balcaniche e orientali, le ritmiche nordafricane e sudamericane o le cantigas spagnole del XIII secolo, arrivando fino ai suoni campionati del Terzo Millennio. Il concerto diventa allora un insieme di sonorità etniche, groove intriganti, loop psichedelici che coinvolgono il pubblico come in una festa popolare.

Venerdì 8 si riparte in viaggio verso la Giamaica veneziana dei Davidemato, creatura di Marco Furio Forieri, sax dei Pitura Freska («òi, ndemo vedere i Pin Floi!»). Il progetto è nato lo scorso anno, in occasione del ventunesino anniversario della morte di Bob Marley, come tributo dedicato all’icona della musica giamaicana. Il repertorio spazia dai primi brani di Marley proposti in stile ska e rocksteady, e non mancano i ritmi in levare degli Skatalites.

Il giorno dopo, sabato 9, torna il folklore, con i Los Rancheros, gruppo fondato più di venticinque anni fa per riportare in auge la vera musica messicana.

Si conclude domenica 10 in bellezza con i Klezroym. I Klezroym costituiscono non solo il gruppo italiano di musica klezmer più rappresentativo, ma anche quello che ha raggiunto una buona dimensione internazionale. Prendono la loro ispirazione dalla tradizione askenazita dell’Europa orientale per fonderla con quella sefardita spagnola, ma anche con differenti culture musicali come quelle del bacino mediterraneo e dei balcani. Il risultato è un ponte fra la musica etnica e i suoni contemporanei del jazz.

Tutti i concerti iniziano alle 21.30.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Ant-Man and the wasp Di Peyton Reed Azione U.S.A., Regno Unito, 2018 Scott Lang deve affrontare le conseguenze delle proprie scelte sia come supereroe sia come padre. Mentre è impegnato a gestire la sua vita familiare e le sue responsabilità come Ant-Man, si vede assegnare una nuova e urgente missione da... Guarda la scheda del film