Magazine Lunedì 4 agosto 2003

Rosa Matteucci

si divide tra la campagna di Orvieto e Genova. Grande appassionata di viaggi, ha vissuto per molto tempo in India.

La sua comparsa sulla scena letteraria risale al 1998, con il romanzo Lourdes, edito da Adelphi. Con questo esordio l'autrice si è aggiudicata il Premio Bargutta per la miglior opera prima nel 1998 e il Premio Grinzane Cavour Sezione Giovane nel 1999. Il libro è diventato un caso letterario ed è stato tradotto in numerosi paesi, tra cui Germania, Spagna e Francia (l'edizione francese è stata pubblicata da Christian Bourgois nel marzo 2002).

Concorre al Premio Alassio Centolibri con il romanzo (Adelphi), con il quale è in lizza anche al Premio Internazionale Viareggio-Versilia nella sezione "narrativa".
di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi

Oggi al cinema

Una storia senza nome Di Roberto Andò Drammatico 2018 Valeria Tramonti (Ramazzotti) è la timida segretaria del produttore cinematografico Vitelli (Catania), vive ancora a pochi passi dalla madre (Morante) ed è innamorata dello sceneggiatore Pes (Gassmann), per il quale scrive, non accreditata,... Guarda la scheda del film