Concerti Magazine Mercoledì 30 luglio 2003

L'Arena si fa strada

Quando gli Etnotindi incontrano gli . Succede a New York: Steve Piccolo si ritrova a suonare con Marco Tindiglia. I due si piacciono, e l’idea di suonare insieme nasce da sé.
Steve Piccolo è un americano che oggi vive e lavora a Milano. La sua musica è sperimentazione, tanto che da anni Steve raccoglie suoni campionati in giro per il mondo e li trasforma in musica: «Da Tokyo a New York, da Milano a Londra. Ogni città è caratterizzata da rumori differenti».

Marco Tindiglia e la sua band regalano, invece, suoni afro-cubani, tra percussionisti dell’Isola del Che (come Irian Lopez Rodriguez) e cantanti che spesso hanno suonato là (Esmeralda Sciascia e Marco Fossati). Poi ci sono Jimmy Weinstein, un newyorkese oggi stabilitosi a Recco (!) e Riccardo Barbera, che lavora anche per il teatro.
Il gruppo di professionisti si è unito per un'occasione del tutto particolare: l’esibizione insieme a Steve Piccolo e alla sua band (composta da Gak Sato, Luca Gemma e Massimo Falascone) al Porto Antico l’1 agosto, nella splendida cornice dell’Arena del Mare.
Lo spettacolo, che avrà inizio alle 21.00, è gratuito. In programma un mix di canzoni a due voci e di improvvisazioni: «Prevedo momenti di puro delirio», dice Steve, «il mio obiettivo è quello di ricollegare la musica alla vita quotidiana. L’arte esiste se c’è il pubblico, ma da almeno vent’anni non c’è più un legame forte tra la musica e gli spettatori».

E Steve ha raccolto, per l’occasione, suoni campionati nella nostra città: «Soprattutto quelli del Porto e del centro storico», spiega Steve entusiasta, «li utilizzerò nel corso del concerto genovese, e forse il pubblico li riconoscerà». Sono suoni diversi da quelli della sua New York, fatta di traffico, vento e di quelle zone “di confine” che rendono tanto affascinante una registrazione: «Parlo, ad esempio, del confine tra la campagna e la città, tipico di Milano. Così il nastro coglie un treno in corsa da un lato, e gli uccellini che cinguettano dall’altro». Ma esiste un rumore che è tipicamente italiano: «quello dei motorini: non lo sopporto!».
Una curiosità: Steve è anche responsabile degli eventi musicali legati alla mostra Super Warhol, curata dal critico Germano Celant, che sarà visitabile fino al 31 agosto a Montecarlo, nell’Espace Ravel del Grimaldi Forum.

Nella foto in alto: The Expedition, in basso Marco Tindiglia

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Eraserhead La mente che cancella Di David Lynch Horror Usa, 1977 Henry Spencer, tipografo, vive da solo in uno squallido appartamento fra le allucinazioni che la sua mente malata visualizza. Durante un grottesco pranzo in casa dei suoceri, apprende che Mary, la sua ragazza è incinta e viene obbligato a sposarla,... Guarda la scheda del film