Fringe benefits - Magazine

Attualità Magazine Venerdì 25 luglio 2003

Fringe benefits

Magazine - L’aereo da Roma è arrivato in ritardo, ma i professionisti che viaggiano spesso ci sono abituati. Una rapida uscita dai posti nelle prime file, via per la rampa e subito a casa.
A Francesco piace entrare in casa senza nessun rumore, togliendosi le scarpe e scivolando in corridoio fino alla stanza dei bambini, per ascoltare il loro respiro dalla porta socchiusa. Ogni sera, prima di addormentarsi, che si trovi a Bangkok, a Singapore o negli Emirati, ripercorre con il pensiero il corridoio di casa, entra con la mente nella stanza dei bimbi e sa che troverà Andrea e Camilla girati nei lettini esattamente nel modo in cui li sta guardando adesso, uno con l’orso Gianni e l’altra con il coniglio Piero, abbandonati nel sonno.
Lascia la giacca, la cravatta e i vestiti in cucina ed entra nella sua camera, evitando accuratamente di svegliare la moglie, per il piacere della sua sorpresa quando, svegliandosi, se lo troverà accanto, mentre lo aspettava solamente tra qualche giorno.

Prima di addormentarsi, come d’abitudine, ripercorre il viaggio di lavoro che ha fatto, chiedendosi se il business è stato all’altezza delle aspettative e se lui è ancora l’uomo d’azienda che è sempre stato. Anche questa volta ha chiuso il contratto, ma i tailandesi sono stati più rognosi del solito, evidentemente quelli di Shangai stanno svendendo le offerte senza rendersi conto che spiazzare il mercato danneggia tutti, loro compresi. Ma anche questa volta è andata bene e lui è riuscito a portare a casa il pane quotidiano.
Dal pane il suo pensiero scivola al ristorante dove l’hanno portato alla fine della trattativa e ai regali che, con cortesia orientale, gli hanno fatto: il Rolex trovato sul comodino della stanza d’albergo è stato veramente elegante, ma gli è piaciuto molto di più trovare il bigliettino con l’ appuntamento per le 20 di quella sera, sotto l’albergo. E’sceso e la limousine l’ha portato in periferia, alla casa sull’acqua che già ben conosceva.

Questa volta le bambine erano due anziché una, così tutto è stato più fluido, anche se la più piccola non era ancora molto esperta. Ma alla fine l’altra, con le cattive, l’ha fatta funzionare come si deve e questa, senza nulla togliere al resto, è stata forse la parte più interessante. La prossima volta chiederà di lei.
Francesco sorride nel letto della sua casa, ricordando appagato, mentre si addormenta prendendo la mano della moglie come fa sempre, da undici anni.

Potrebbe interessarti anche: , Giardinieri e impianti d'irrigazione: ecco i servizi a domicilio per un verde «da far invidia al vicino» , Scopri i film stasera in tv sul digitale terrestre , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte