Concerti Magazine Mercoledì 23 luglio 2003

Il Paganini è già nel 2004

Magazine - Il Premio Paganini è già nel 2004. Il famoso concorso per giovani virtuosi del violino proietta la città avanti di una anno, nel bel mezzo delle iniziative per Genova Capitale Europea della Cultura. Dalla prossima edizione, infatti, il premio assumerà una cadenza biennale: così, dopo il “Paganini” numero quarantanove del settembre 2002, il numero cinquanta prenderà il via il 16 settembre 2004.

Un po’ prematuro parlarne oggi? No, perché il comitato artistico è già al lavoro, e le novità non mancano di certo. A cominciare dal direttore artistico. Non più il maestro Giorgio Ferrari, «che tanto ha aiutato a crescere il premio in questi anni», ringrazia l’assessore Anna Castellano, ma Cesare Mazzonis. Una scelta di prestigio: Mazzonis è stato per dieci anni direttore artistico della Scala di Milano per poi passare al Maggio Musicale Fiorentino, per tacere di altri incarichi alla Rai e all’Accademia Filarmonica di Roma. Il nome adatto individuato dall’amministrazione comunale per aggiungere lustro internazionale al premio.

«In questa direzione va anche la scelta di passare a una cadenza biennale», spiega la Castellano. Il neo-direttore artistico chiarisce il concetto: «C’è un proliferare grottesco, se non addirittura immorale, di concorsi. Questo va a discapito della qualità. Anche i premi più prestigiosi sono costretti a difendersi. Non tutti gli anni si trovano concorrenti all’altezza: ogni due anni, le probabilità aumentano». Poi Mazzonis spiega che ci saranno novità, ma sempre nel rispetto della memoria storica del “Paganini”. «Bisogna essere capaci di inventarsi qualcosa: Paganini è stato un grande inventore, uno capace di attirare molta attenzione. Ecco, noi dobbiamo prendere spunto da lui».

Una lunga rincorsa, quindi, che comprende anche la rassegna Paganiniana: nel 2004 affiancherà il premio, ma in seguito le due iniziative si alterneranno, per garantire un evento dedicato al grande compositore.

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour

Oggi al cinema

Lo svitato Di Carlo Lizzani Commedia Italia, 1956 Achille, fattorino nella redazione di un giornale milanese della sera, è preso per un giornalista e riesce a mettere insieme un articolo sportivo-sentimentale, che in giorno di magra viene pubblicato dal giornale. Ha poi l'occasione di fare un... Guarda la scheda del film