Super Camilla - Magazine

Outdoor Magazine Lunedì 21 luglio 2003

Super Camilla

Magazine - Noi genovesi siamo gente di mare ed è difficile credere che proprio una ragazza nata in una città di pescatori sia una delle protagoniste della “valanga” rosa.

Invece Camilla Alfieri, diciotto anni e un’infanzia trascorsa nello Sci Club Sestriere, è una sciatrice dal curriculum davvero invidiabile: specialista in slalom speciale, slalom gigante e supergigante, è la migliore atleta italiana, tra le nate nel 1985, in queste discipline.
E quest’anno ecco una vittoria ancora più importante: Camilla è stata infatti convocata nella squadra B nazionale.

Che cosa significa per te questa promozione?
È una bella soddisfazione. Ora le mie compagne di squadra sono ragazze molto più grandi di me: essere tra loro è già un grande traguardo.

Ma torniamo agli esordi: quando hai messo gli sci ai piedi per la prima volta?
Praticamente scio da sempre. Ero molto piccola quando ho iniziato a sciare per gioco. Poi, negli anni, quel divertimento si è trasformato in grande passione.

Dunque un’infanzia dedicata allo sport. Cosa ha significato per te un impegno così pressante?
Per me non è mai stato uno sforzo. Sono solo una ragazza che deve rinunciare a qualcosa per raggiungere i suoi obiettivi: raramente esco la sera con gli amici perchè il giorno dopo ho gli allenamenti e spesso sto lontano da casa. Ma le vittorie mi ricompensano di tutti i sacrifici.

L'anno scorso Camilla ha avuto un incidente, che stava per compromettere l'intera stagione: la rottura del legamento della caviglia, avvenuto durante i primi allenamenti dell’anno, ha rischiato di rovinare l’annata. Tutto è successo durante una partita di basket.
Il recupero è stato difficile?
L'incidente non era grave e non è stato difficile recuperare. Certo una pausa mi è comunque stata utile anche per riflettere e stare un po' con me stessa.

Alla fine dello scorso settembre, Camilla ha potuto riprendere gli allenamenti: progressivamente la talentuosa sciatrice genovese ha recuperato la forma ed è stata convocata per le prime gare di Coppa Europa, dove si è disimpegnata ottimamente piazzandosi più volte nelle prime quindici classificate. Un buon risultato, considerando il precedente infortunio.

Ma la soddisfazione più grande è giunta a Maribor, con la conquista del nono posto in supergigante, il miglior risultato stagionale.
Ma a cosa aspira oggi Camilla Alfieri?
Spero solo di migliorare ancora e di classificarmi bene nelle prossime gare. E soprattutto sogno l'Europa.

Potrebbe interessarti anche: , Cosa non deve mancare nella tua attrezzatura da trekking , Una gita sul lago di Como alla scoperta dei borghi più belli , Estate 2019: ecco perché regalarsi un’esperienza di rafting di coppia su Liveinup , Sardegna, viaggio a Cuccureddus: un sito archeologico da scoprire , Fare surf sul Tamigi a Londra, oggi è possibile!