Magazine Lunedì 29 ottobre 2018

«Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?»

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Salve dottore,

ho vissuto col mio compagno per 15 anni poi ho scoperto un tradimento, abbiamo provato a risolvere le cose facendo dei tentativi per rimanere insieme, ma alla fine mi sono resa conto che dovevo chiudere io la storia e mettere la parola fine, perché il mio ex non aveva il coraggio.

Dopo tante discussioni molto accese, finalmente è andato via di casa, dal canto mio, ho iniziato a prendermi cura di me stessa e frequentare altre persone, dopo pochi mesi mi sono innamorata di una splendida persona che mi ha fatto riscoprire me stessa e la felicità che avevo perduto, ma aimè sono 8 mesi che stiamo insieme e ogni tanto lo chiamo col nome del ex. Cosa c'è che non va in me? Forse era presto per stare con un altra persona, il mio partner mi rinfaccia che non ho chiuso del tutto la vecchia storia, io sinceramente quella persona meno la sento meglio è, ma purtroppo c'è un cane in comune e avvengono degli scambi di conversazione. Non dovrei fargli vedere più il cane? La prego mi consigli grazie.

Buongioro,

Ho letto della sua gaffe di chiamare il suo attuale compagno con il nome del suo ex, ma mi permetto di dire che puo stare tranquilla. Sono sviste che capitano ma non certo per i motivi profondi che lei teme.

Banalmente, é normale che le persone acquisiscano delle abitudini o meglio degli schemi automatici che agiscono in situazioni simili. Le faccio un esempio: io tutte le mattine faccio sempre lo stesso percorso per andare a lavorare. Se, alla domenica, mi capita di fare un pezzo di quella strada per andare a trovare un caro amico  é facile che senza accorgermene io prenda la via che mi porta al lavoro. Secondo lei é perche mi piace lavorare? O perche odio l' amico? No niente di tutto questo. È solo che molte volte andiamo o parliamo in automatico e facciamo degli stupidi errori di persona e di percorso. E con 15 anni assieme ed un cane in co-proprietà, le abitudini fanno fatica a modificarsi. Anche se in realta non ci sono piu i motivi profondi per mantenerle.

Saluti
Dott.Marco Emilio Ventura
Psicologo Psicoterapeuta Mental Coach

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Doc Omosex o ipocondria omosessuale? La risposta nell'autostima , «Il mio compagno mi ha chiamata con il nome di un'altra. Mi devo preoccupare?» , «Ha paura di fidanzarsi, ma non vuole perdermi: cosa devo fare?» , Perché si viene al mondo? «Ho 86 anni e ancora me lo domando» , Innamorata di un amico del suo ex fidanzato, ma non sa come dirglielo

Oggi al cinema

Momenti di trascurabile felicità Di Daniele Luchetti Commedia Italia, 2019 Lo yoga e l’Autan non sono in contraddizione? La luce del frigorifero si spegne veramente quando lo chiudiamo? Perché il primo taxi della fila non è mai davvero il primo? Perché il martello frangi vetro è chiuso spesso dentro una bacheca di vetro?... Guarda la scheda del film