Flirt - Magazine

Attualità Magazine Sabato 5 luglio 2003

Flirt

Magazine - Nella terrazza del ristorante sul mare, Orsetta ordina la crudité de poissons per due con un bianchetto d’Alcamo, sperando che Massimo non si arrabbi perché ha scelto per entrambi.
Si chiede perché anche quest’anno abbia accettato una storia estemporanea con un ragazzotto piacione e poco intelligente, solamente per la fascinazione dell’idea d’essere ancora sinuosa dopo una separazione, una figlia all’università e tante ore in azienda. Ora è lì, sospirando perché lui ha appena messo il ghiaccio nel vino e si blocca con uno scampo a mezz’aria, seguendo con gli occhi la schiena nuda, lunga come il ponte di una portaerei, di una sua coetanea che passa ancheggiando.

Sa che è una competizione impari. Lo sa da quando, anni prima, suo marito si era di colpo frizzato i neuroni per la segretaria ventunenne. Puoi tenerti bene ma tu sei sempre tu, ogni anno meno tonica, mentre escono i nuovi modelli di spilungone, palestrate, scosciate, che entrano nel mercato con la forza del prodotto in offerta di lancio.
Ma anche questo fa parte del gioco e, di fronte ai corpi scolpiti delle piccole sgallettate, lei aveva il glamour di una donna ancora bella, consapevole, libera, colta comme il faut. E concedersi, come stava facendo, un mesetto di frequentazione estiva con un giovane stambecco in epoca da cornate costituiva una divertente evasione, anche se sapeva che non poteva parlare di libri, che per lui Peter Weir era un surfista e che tra un’aragosta alla catalana e una piadina con mortadella e sottaceti lui avrebbe scelto la seconda.
Mentre Massimo mastica, Orsetta si chiede, come al solito, se il suo non sia un modo per farsi del male, ingaggiando per un mese all’anno una gara perdente con i Nuovi Modelli delle sgallettate, per verificare quanto avrebbe resistito prima di farsi mollare dal puledro di turno.

Il ragazzo sta parlando, ma lei non lo sente. Sta ascoltando se stessa e sa che tra breve si farà qualche giorno di ragnata, con gelato in dosi da suicidio e le amiche che la raccatteranno con il cucchiaio.
Dopodiché saranno l’autunno, il cinéma d’essai, le presentazioni dei libri degli amici, qualche flirt con intellettualoidi eiaculatori precoci, sua figlia che tornerà per Natale e le fregherà la lingerie più carina. E sarà un nuovo anno che inizia.
Forse l’estate prossima una pantera un po’ meno giovane, ma ancora un po’ più esperta, terrà nuovamente testa alle sgallettate, forse anche per tre settimane intere.

Potrebbe interessarti anche: , Come abbattere le barriere architettoniche con i montascale per disabili , Mastoplastica additiva: come affrontare al meglio il post operatorio , Msc Crociere per l'ambiente: prima compagnia crocieristica al mondo a impatto zero di Co2 , Addetto Ufficio Merci: il bando per il corso della Scuola Nazionale Trasporti e Logistica , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio