Attualità Magazine Martedì 13 febbraio 2018

Guida alla beneficenza sicura online: da oggi anche su Facebook

Magazine - Donare una certa somma in beneficenza? Un comportamento virtuoso che appartiene a tanti italiani, e che non manca di regalare soddisfazioni a chi, altrimenti, ne avrebbe davvero poche. È un sistema per aiutare le persone più sfortunate di noi, per supportarle a livello di salute e di istruzione: eppure è anche un sistema del quale in tanti si approfittano, per truffare le persone buone di cuore. Per via di queste truffe, ne risentono anche le associazioni no profit reali. Cala la fiducia, e di conseguenza calano le donazioni. Eppure esistono diversi modi per donare in modo sicuro; da oggi, persino Facebook può aiutare in questa missione.

Alla fine del 2017, il noto social network ha lanciato Facebook Social Good, da oggi presente anche in Italia. Di cosa si tratta? Di un set di strumenti che è possibile utilizzare per effettuare delle donazioni sicure, direttamente all’interno del noto social network. In pratica, questo tool consente alle associazioni no profit di aggiungere un pulsante Fai una donazione sui post pubblicati sulla propria pagina, oppure direttamente sotto l’immagine di copertina. Inoltre, Facebook Social Good consente anche di organizzare raccolte fondi durante le dirette video, o di consentire agli stessi utenti di organizzarne una con i propri amici. È uno strumento comodissimo da usare, nonché sicuro: tutte le associazioni che hanno la possibilità di utilizzarlo, infatti, sono validate e certificate.

Oltre a Facebook Social Good, esistono diversi metodi per fare beneficenza in modo sicuro online, senza per questo incappare in truffe. Sarebbe bene non donare mai attraverso i link giunti via email, da qualsiasi mittente provengano: il rischio è di cadere nella trappola del phishing. L’unico metodo per avere la certezza di farlo in modo sicuro, è donare tramite i siti web ufficiali delle Onlus. La Lega del Filo d’Oro, ad esempio, è una Onlus che permette di effettuare delle donazioni continuative tramite la loro pagina ufficiale: le suddette avvengono via bonifico, dunque sono regolarmente tracciabili e anche comode da fare.

Non basta presentarsi online come associazione no profit: non tutte lo sono realmente, e dunque il rischio di sbagliare c’è sempre. Controllare che l’associazione sia regolarmente registrata presso l’elenco di Io Dono Sicuro, l’unico database di Onlus certificate in Italia, potrebbe essere una soluzione. Un altro metodo per approfondire l’affidabilità della Onlus è la verifica del bilancio economico: dovrà essere stato approvato da un’azienda indipendente, per evitare conflitti di interesse e falsificazioni varie. È altrettanto importante informarsi sulle percentuali delle donazioni che vengono investite nei vari progetti sociali, e su quelle che invece vengono utilizzate per finanziare la Onlus stessa.

Potrebbe interessarti anche: , Editoria Digitale sì o no? Ce lo dice una nuova infografica , Quando piove esce acqua dai tuoi sanitari? Perché e cosa fare , È morto Sergio Marchionne, addio al manager che rivoluzionò la Fiat , Estate e musica: i festival musicali più cool , Ruolo e funzione della sinistra, Musso: «Quella strategia necessaria per uscire dall'immobilismo»

Oggi al cinema

The End? L'inferno fuori Di Daniele Misischia Thriller 2017 Claudio è un importante uomo d'affari, cinico e narcisista. Una mattina, dopo essere rimasto imbottigliato nel traffico delle strade di Roma, arriva finalmente in ufficio nonostante il notevole ritardo, ma rimane bloccato da solo in ascensore a... Guarda la scheda del film