Concerti Magazine Giovedì 25 gennaio 2018

Sanremo 2018: Leonardo Monteiro con Bianca. Testo e pagella

Domenico Lops
© Leonardo Monteiro

SANREMO 2018: TUTTI I TESTI E LE PAGELLE DELLE CANZONI IN GARA

Pubblichiamo di seguito la valutazione linguistica sui testi delle canzoni in gara a Sanremo 2017 di Lorenzo Coveri, professore di linguistica italiana all'Università di Genova, che si è occupato a più riprese del Festival.

Magazine - LEONARDO MONTEIRO - BIANCA (V. Tosetto – M. Ciappelli)

Ballerino e cantante. Questi i due assi da giocare per il ventisettenne Leonardo Monteiro, nato a Roma da genitori brasiliani, un’infanzia non facile, molti i tentativi di emergere (è stato ballerino ad Amici nel 2008, ma anche alla Scala giovanissimo, e ha varie esperienze di palcoscenico in Italia e non solo). Leonardo (che proviene, come Alice Caioli, da Area Sanremo) si presenta per le Nuove Proposte con Bianca (titolo identico a quello di un noto film di Nanni Moretti del 1984). Qui però bianca è la parete che “quando il tuo aereo ritorna / cambia colore con te”. La canzone parla (come tante canzoni sanremesi) della fine di un amore e della speranza di un ritorno, con immagini per la verità un po’ forzate (“in un bar del centro mi accorgo di te / credere sia solo un caso impossibile [forse voleva dire: credere che sia solo un caso è impossibile] / cade da un bancone un bicchiere / una storia va in pezzi”) e anche sintatticamente sconnesse (la frase dell’esempio precedente; “io ti ascolterò senza capire di te, ancora”; “ritornerà la stagione di qualche anno fa / come la moda ritornerà ogni ricordo che avrai nascosto”), per cui persino lo scontato calembour del finale “bianca come la neve imbianca” sembra una gran trovata, al confronto. La voce gospel di Leonardo è suggestiva, e nella sua vocalità si sentono sapori tropicali, ma sarà meglio concedergli una seconda chance (magari come danzatore).

Voto: 5

Io volerò senza distrarmi
non guarderò giù per non soffrire
io ti ascolterò senza capire di te, ancora

Raccoglierà frutti maturi baciati dal sole
cammineremo tu davanti a me
sopra un tappeto di grandi sogni

Bianca, la mia parete è bianca
quando il tuo aereo ritorna
cambia colore con te
l’hai visto già
tu eri lì con me.

Ritornerà quella stagione di qualche anno fa
come la moda si trasformerà ogni ricordo che avrai nascosto
dimmi come può

Bianca, la mia parete è bianca
quando il tuo aereo ritorna cambia colore con te
l’hai visto già.

In un bar del centro mi accorgo di te
credere sia solo un caso impossibile
cade da un bancone un bicchiere
una storia va in pezzi

Bianca, la mia parete è bianca
quando il tuo aereo ritorna cambia colore con te
l’hai visto

Bianca mentre la neve imbianca
dentro la notte ti avanza
tutte le impronte di te
non trovo più, non trovo più. 

Potrebbe interessarti anche: , Vincenzo Spera: «Serve un programma europeo della musica dal vivo» , Don Ciotti, Bollani e Renzo Piano, esempi per il futuro del Belpaese , Festival di Sanremo 2018, i 20 Big in gara e le Nuove proposte , Umberto Tozzi, 40 anni che Ti Amo Live e il tour , Sanremo 2017, il pagellone cattivissimo. I voti dei big

Oggi al cinema

Velvet Goldmine Biografico Usa, Gran Bretagna, 1998 Londra 1984. Il giornalista Arthur Stuart (C. Bale) è incaricato di indagare sulla sorte del cantante Brian Slade (J.R. Meyers), scomparso dalla circolazione dopo la catastrofica trovata pubblicitaria di un finto omicidio in palcoscenico. L'inchiesta... Guarda la scheda del film