Attualità Magazine Venerdì 12 gennaio 2018

Come fare a meno della tv: alcuni consigli per non perdervi nulla

Magazine - Fra tempeste di pubblicità e palinsesti fissi e inamovibili, non sorprende che il numero di spettatori di fronte alla televisione sia in costante discesa: oggi, infatti, non è più la TV a dettare legge nel salotto degli italiani ma lo streaming Internet, accompagnato dalle nuovissime tecnologie.

Ecco perché il televisore sta soccombendo senza avere occasione alcuna di opporre a questi fendenti i suoi deboli scudi: questo perché è davvero facile sostituire l’elettrodomestico con una delle tante opportunità provenienti dal vasto mondo della rete. Inoltre, Internet permette anche di risparmiare sull’annoso problema del canone Rai: basta avere la connessione adsl illimitata come quella offerta da Linkem, ed il gioco è fatto. 

Le immagini animate corrono su Internet e sul display di tablet, laptop e smartphone, non più sullo schermo della TV: data questa verità, assodata, come poter usufruire dello streaming? Basta sottoscrivere un abbonamento presso una delle tante piattaforme di streaming video: non c’è solo Netflix ad animare le piazze, ma anche concorrenti come Amazon Prime Video, Infinity e Now TV. Poi ci sono altre alternative gratuite, che vengono offerte da portali come VVVVID, Popcorn TV e tante altre. Anche i principali servizi di pay satellitare hanno preparato delle piattaforme di streaming video accessibili previo abbonamento: parliamo di realtà molto note come Mediaset Premium Online e chiaramente Sky Go, anche per quanto concerne il calcio e gli altri sport. Di fronte a tante alternative di valore, è normale che la visione dei contenuti video passi oramai dal web.

La rivoluzione dello streaming ha coinvolto anche le principali televisioni nazionali: non a caso emittenti come Rai e Mediaset hanno attivato dei servizi di streaming gratuiti che, tramite i siti web ufficiali, consentono di guardare i loro canali in chiaro e in diretta, oltre a diverse registrazioni dei programmi più noti. Basti pensare, appunto, a RaiPlay e a Witty TV (di Mediaset). Non sono comunque le uniche ad aver compiuto questa scelta: la stessa linea è stata infatti seguita da emittenti altrettanto famose come La7, Paramount Channel, TV8, MarcoPolo, Cielo e Sky TG 24.

 Ad alcuni potrebbe dar fastidio dipendere dallo schermo del laptop e dalle casse di bassa qualità: poco male, perché la stessa TV (anche se non Smart) può essere collegata alla rete tramite alcuni dispositivi come ad esempio Chromecast. Questa chiavetta USB prodotta da Google, una volta connessa alla televisione, è in grado di captare tramite wifi tutto ciò che accade sullo schermo del computer. In sintesi, basta aprire il browser Chrome, andare su qualsiasi fonte di streaming, prendere i popcorn e gustarsi tutto lo spettacolo direttamente sulla TV di casa. In alternativa, se il computer o il laptop sono dotati di ingresso HDMI, qualsiasi monitor o televisione dotati del medesimo ingresso possono essere connessi al PC con un cavo di questa tipologia: un sistema pratico e veloce per ottenere il medesimo risultato.

Potrebbe interessarti anche: , Estate e musica: i festival musicali più cool , Ruolo e funzione della sinistra, Musso: «Quella strategia necessaria per uscire dall'immobilismo» , Bullismo: quelle prepotenze verso i più deboli che bisogna fermare , Elezioni 2018: «Un governo a guida M5S-Pd l'unica soluzione possibile», l'analisi di Bruno Musso , Fabrizio Frizzi è morto: addio al gentiluomo della tv

Oggi al cinema

Un gatto a Parigi Di Jean-Loup Felicioli, Alain Gagnol Animazione Francia, 2010 Il gatto Dino ha una doppia vita. Di giorno vive con la piccola Zoé, figlia unica di Jeanne, capitano di polizia. Di notte invece sale sui tetti di Parigi con Nico, un ladro abile e di buon cuore. Zoé ha smesso di parlare da quando suo padre,... Guarda la scheda del film