Attualità Magazine Venerdì 12 gennaio 2018

Fiere ed eventi in Italia per conoscersi, incontrarsi e creare una rete di contatti

Altre foto

Magazine - L’Italia, culla della cultura e dell’arte, è il luogo perfetto anche per il commercio.  Gli eventi come fiere, congressi e incontri aziendali importanti in ogni ambito settoriale sono tantissimi e unici.  Un’azienda può scegliere quando, come e perché parteciparvi, senza troppe difficoltà, mettendo in mostra le sue capacità e i suoi obiettivi presenti e futuri. Come nasce una fiera e cosa fare per parteciparvi?

Una fiera nasce e si sviluppa con un obiettivo comune a tutti i partecipanti: quello di conoscersi e incontrarsi per creare una rete di contatti, una community, che possa espandere i propri orizzonti commerciali. Un evento fieristico è offerto a tutti, grandi e piccole imprese di settore. In queste giornate di incontri, tra stand e esposizioni, ma anche workshop e conferenze, i partecipanti hanno più di un’opportunità per farsi notare e per captare le novità del mercato.

Partecipare a una fiera rappresenta una sfida per un’impresa, e questo, indipendentemente dalla sua grandezza. Vi sono, infatti, delle tempistiche da rispettare per prenderne parte: prenotazione e scelta della posizione dello stand, pagamento della rata d’affitto e contrattualistica, organizzazione logistica e preparazione strategica all’evento. Tra i punti salienti della partecipazione, infatti, l’attenzione al cliente e la formazione del team che rappresenterà l’azienda.

Un piccolo passo falso, una rappresentanza poco o mal preparata, potrebbe costare caro alla piccola ma anche alla grande azienda. E questo non solo in termini di spreco di soldi investiti per parteciparvi, ma anche in termini di reputazione in seno ai clienti e ai concorrenti

Il calendario eventi fieristici ed esposizioni sancito dalla AEFI (Associazione esposizioni e fiere italiane) è già ricco di eventi in questo nuovo anno. Da nord a sud, gli incontri sono tanti e di ogni genere: turismo, fiera della carne, matrimoni, fiere agricole e di arte, produzioni industriali e altro ancora. Un ventaglio di idee e opportunità uniche per aziende e clienti, dove l’incontro è l’unico protagonista di un sistema di creazione di profitti a lungo e medio termine, sul territorio nazionale, ma anche all’estero.

Dopo aver selezionato un suo ambito di interesse, l’azienda deve pensare a creare lo stand e la sua presenza in fiera. Se si è un imprenditore del tessile e del pellame, la Toscana fa per voi! Per allestimenti fieristici a Firenze l’unico pensiero resta il quando e il come organizzare la propria partecipazione all’evento. Nota per la sua arte e le sue produzioni di pelle, pellicce e grandi aziende di alta moda, questa regione non può che offrire un’occasione unica per chi ha deciso di espandere il suo business e mettere alla prova le sue capacità di negoziazione, la sua reputazione con il pubblico e i colleghi. 

Potrebbe interessarti anche: , Estate e musica: i festival musicali più cool , Ruolo e funzione della sinistra, Musso: «Quella strategia necessaria per uscire dall'immobilismo» , Bullismo: quelle prepotenze verso i più deboli che bisogna fermare , Elezioni 2018: «Un governo a guida M5S-Pd l'unica soluzione possibile», l'analisi di Bruno Musso , Fabrizio Frizzi è morto: addio al gentiluomo della tv

Fotogallery

Oggi al cinema

Salò o le 120 giornate di Sodoma Di Pier Paolo Pasolini Drammatico Italia, 1975 L’ultimo film di Pasolini, uscito postumo, fu definito dall’autore un mistero medioevale. Pasolini intendeva dire che ogni sequenza, ogni atto, ogni momento del film alludeva ad altro, proprio come nei Misteri medioevali ogni quadro rappresentato,... Guarda la scheda del film