Magazine Giovedì 19 ottobre 2017

La chiave dell'inferno di Steve Berry, il nuovo thriller con Cotton Malone

Magazine - Si è scritto nelle presentazioni di La chiave dell’inferno di Steve Berry (Nord, 2017, 480 p, 18,60 Euro): un tesoro nascosto tra le foreste nelle montagne, un segreto scomparso tra le fiamme della guerra. Un minaccioso complotto che incombe sul governo degli Stati Uniti… E, importante, torna Cotton Malone.

Prosegue infatti, con il 12° episodio, la fortunata serie che vede come protagonista principale il personaggio nato dalla penna di Steve Berry: Cotton Malone, alias Harold Earl Malone, ex pilota di caccia, ex agente operativo del dipartimento di Giustizia americano, del reparto “Magellano”. Malone gestisce una libreria antiquaria a Copenaghen, è divorziato, ha un figlio e un legame affettivo con Cassiopea Vitt, ricca e turbolenta magnate spagnola. La serie con Malone, ci ha abituato al suo avanti indietro anzi meglio dire al suo gioco a rimpiattino fra passato e presente, con pericolosi segreti e azioni che risalgono nei secoli ma che sconfinano con prepotenza nell’attualità. Stavolta andiamo indietro di oltre centociquant’ anni, all’epoca della guerra di secessione americana e tra i protagonisti e fulcri di allora ci sarà un trisavolo del nostro Malone, Angus Adams, detto Cotton come lui, spia dei confederati e Cavaliere del Circolo d’Oro (i Knights of the Golden Circle o Cavalieri del Circolo d’oro era una delle più grandi e pericolose organizzazioni segrete nella storia degli Stati Uniti, insomma una specie di mafiosa massoneria creata dai confederati. Secondo dicerie e storie, tramandate di padre in figlio e forse basate sulla verità, i Cavalieri avevano ammassato anche con rapine e delitti enormi quantitativi d’oro e d’argento, che avevano sepolto in robuste casse nelle foreste di alcuni stati americani, segnando il percorso con segni cabalistici noti solo a loro e affidando la sorveglianza dei luoghi a loro adepti chiamati sentinelle).

Da allora nessuno era più riuscito a ritrovare i loro tesori nascosti. Per la parte che attiene ai giorni nostri è in ballo, anche stavolta, la stabilità e la sicurezza degli Stati Uniti, fra spie, fazioni e organizzazioni segrete che tramano nell’ombra.

Ma ora qualche anticipazione dei contenuti: Washington, 1865. Le fiamme infuriano tra i corridoi del neonato Smithsonian Institution. Tutto il personale è stato allontanato, ma qualcuno è ancora dentro l’edificio. Ignorando i meravigliosi quadri e i preziosi manufatti delle teche, l’uomo entra nell’ufficio del direttore per riprendere un diario e una chiave. Perché da quegli oggetti potrebbe dipendere il futuro degli Stati Uniti…

Arkansas, oggi. Forse quel diario e quella chiave hanno qualche collegamento con l’antica congrega dei Cavalieri del Cerchio d’Oro e ora, 160 anni dopo, le due fazioni supersiti, in lotta tra loro e con diversi intenti, vogliono ritrovare il tesoro, ognuna con differenti scopi. Ma sulla loro strada, in seguito a un incarico propostogli dal presidente della Corte Suprema e cancelliere dello Smithsonian, famoso Museo Nazionale di Storia Americana, si trova Cotton Malone che, in una specie di caccia al tesoro con l’aiuto di una magnetofono e un GPS, seguendo le indicazioni di una vecchia mappa proveniente dagli archivi del Museo e di strani simboli incisi nella corteccia degli alberi, trova un bottiglione pieno di monete d’oro.

Ma prima di aprirlo viene aggredito alle spalle, tramortito e imprigionato. Che segreto è nascosto in quelle antiche monete? Chi le custodisce con tanta determinazione? Liberato dalla sua compagna, Cotton Malone individuerà una fitta rete di intrighi che lo porterà a scoprire che Angus Cotton Adams, suo trisavolo era , tra i membri fondatori dei Cavalieri d’Oro…

Ma dietro lo scontro tra le diverse fazioni dei Cavalieri ci sono anche le ambizioni politiche del Presidente della Camera e della vedova di un senatore americano, che stanno progettando una risoluzione in senato che prevede di cambiare radicalmente la struttura del potere politico del paese. E mentre Cotton Malone e Cassiopea Vitt, si scontrano con gli intrighi legati al passato della nazione, l’ex presidente degli Stati Uniti Danny Daniels e Stephanie Nelle, direttrice del reparto di sicurezza Magellano, devono affrontare una rischiosa sfida che potrebbe costar loro la vita. Sorvolando gli scaffali dello Smithsonian e i boschi dell'Arkansas rurale per atterrare nelle massicce montagne del nord del Messico, La chiave dell’inferno di Steve Berry, è una pericolosa avventura nel buio del passato degli Stati Uniti, che fa temere un possibile futuro ancora più buio.

Mentre in Italia il thriller La chiave dell’inferno è stato appena pubblicato (5 ottobre), Steve Berry negli Stati Uniti, ha già finito di scrivere il tredicesimo volume delle gesta di Cotton Malone. Il romanzo, che si intitola The Bishop’s Pawn, uscirà in aprile del 2018. Ḕ un prequel perché parla del primo caso di  Cotton Malone:  di ciò che accadde il giorno dell’omicidio di Martin Luther King.

Steve Berry (1955) è un avvocato e scrittore statunitense. Laureato alla Walter F. George School of Law (Mercer University), esercita la professione di avvocato per venticinque anni, prima di dedicarsi alla letteratura thriller. Vive nella contea di Camden, in Georgia. Le sue prime apparizioni letterarie furono nel 2003 con il thriller storico The Amber Room e nel 2004 con La profezia dei Romanov. Steve Berry che ha iniziato a scrivere nel 1990, per 12 anni è stato rifiutato per ben 85 volte da cinque diversi editori ma alla fine è riuscito a vendere il suo manoscritto alla Ballantine Boooks. I romanzi di Steve Berry sono presenti come best seller nelle classifiche di New York Times, USA Today, Publishers Weekly e BookSense. Ha pubblicato circa 17 milioni di copie dei suoi libri, che sono stati tradotti in 40 lingue e stampati in 51 paesi.

di Patrizia Debicke van der Noot

Potrebbe interessarti anche: , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin , MiniVip&SuperVip. Il Mistero del Viavai di Bozzetto: il cinema si fa fumetto , Il segreto del faraone nero, una nuova stoccata letteraria di Marco Buticchi , Auguri Andrea Camilleri! Lo scrittore compie 93 anni, la recensione del Metodo Catalanotti

Oggi al cinema

Soldado Di Stefano Sollima Azione U.S.A., Italia, 2018 Nella guerra alla droga non ci sono regole. La lotta della CIA al narcotraffico fra Messico e Stati Uniti si è inasprita da quando i cartelli della droga hanno iniziato a infiltrare terroristi oltre il confine americano. Per combattere i narcos l’agente... Guarda la scheda del film