Un libro per il Gaslini - Magazine

Attualità Magazine Giovedì 15 maggio 2003

Un libro per il Gaslini

Magazine - C’era una volta…
L’Ospedale Pediatrico genovese tra i più famosi al mondo. C’era una volta un’oasi felice per i bambini che, pur nella malattia, vivono la degenza all’ tra volontari che cercano di strappare loro un sorriso e iniziative lodevoli e originali. Tra queste ricordiamo quella rivolta al soccorso delle vittime di guerra in collaborazione con Il .

Oggi ne segnaliamo una che vede protagonisti i libri. Un libro per sognare, un libro per sorridere e per addormentarsi sereni. Un libro per non aver paura, un libro per volare via dall’ospedale, sulle ali della fantasia, recita il volantino promozionale dell’iniziativa. Sognare e dimenticare il dolore anche se solo per il tempo di immergersi in una buona lettura.
Il Gaslini sta insomma mettendo in piedi una biblioteca interna riservata ai ricoverati. La Piccola Biblioteca conta già seicento opere. Il progetto è stato inaugurato il 9 aprile e vede la collaborazione del Gaslini e del . Quattrocento opere sono state acquistate dalla Civica Biblioteca Brocchi di Nervi con i fondi messi a disposizione dalla Circoscrizione IX Levante o donate dai vari editori contattati dalla Biblioteca De Amicis. Ma una biblioteca che si rispetti necessita di libri in grande quantità. Per questo l’Ospedale chiede il vostro aiuto. Basterà semplicemente acquistare e donare un volume presso le librerie che hanno aderito all’iniziativa: Feltrinelli, Mondadori, Assolibri, La Bottega del Lettore, Colombotto, Eusi, Fiera del Libro, Fieschi, Fnac, Il Libraccio, Mastrolibraio, La Metà del Cielo, Rizzoli e Voltapagina. È possibile consultare l’elenco delle opere selezionate dall’ospedale stesso e acquistare quella preferita. La si pagherà poi normalmente alla cassa, dove sarà impacchettata e riposta nel contenitore contrassegnato dal logo Un Libro per il Gaslini.
State poi certi che i vostri regali saranno ritirati da personale del Comune di Genova e consegnati al Gaslini da alcuni volontari.

«In un solo mese l’iniziativa ha riscosso un grande successo» spiega il dottor Martinoli, responsabile dell'iniziativa per conto dell'ospedale, «oltre cinquecento libri sono stati acquistati fino ad oggi, a sottolineare la grande sensibilità dei cittadini».
Chi partecipa all’iniziativa riceverà un segnalibro disegnato da alcuni piccoli degenti. Un modo per ringraziare, a sottolineare un gesto che può donare un sorriso ai più sfortunati.
Il progetto prevede poi una serie di iniziative rivolte ai bambini ricoverati, come la presentazione e la lettura di alcuni libri da parte degli educatori e l'avvio di progetti che introdurranno i piccoli nel mondo della pittura, della musica e della recitazione. Inoltre i bambini riceveranno una tessera per la biblioteca che potranno poi utilizzare in tutte le Biblioteche Civiche di Genova.
«Addirittura la scuola elementare II giugno di Borzoli ha organizzato una raccolta collettiva che ha coinvolto bambini, genitori e docenti, raccogliendo una cifra considerevole da devolvere alla Piccola Biblioteca», aggiunge Martinoli con motivata soddisfazione.
Attualmente il servizio è limitato alle Unità Operative di Clinica Pediatrica II, Nefrologia, Neuropsichiatria infantile e Ortopedia I, ma sarà presto esteso a tutto l’Ospedale.
La raccolta di libri avrà termine il 30 giugno.

Potrebbe interessarti anche: , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte , Volotea festeggia i 25 milioni di passeggeri con Viaggio su Marte e offerte , Offerta di lavoro: mentelocale.it cerca giornalisti e web content editor