Weekend Magazine Venerdì 9 maggio 2003

La Sagra del Pesce di Camogli

Magazine - Una padella che pesa ventisei quintali e quarantamila litri di olio pronti a friggere quattro tonnellate di pesce azzurro, per un totale di quarantamila porzioni da dare in pasto ai fortunati avventori.
Sto parlando della 52° Sagra del Pesce di Camogli, che si terrà domenica 11 maggio nella pittoresca cittadina ligure. Il pesce destinato al padellone più grosso d’Europa sarà distribuito gratuitamente e fritto con olio Friol, che ha accettato una sfida tra le più bizzarre.

Il porticciolo di Camogli e la sua Piazza Colombo saranno protagonisti di una giornata dedicata al cibo grazie a un’impalcatura che, eretta sul mare, sosterrà la padella dei record. Alla gastronomia saranno dedicate anche le giornate di venerdì 9 e sabato 10 maggio, con stand allestiti dalla Pro-Loco dedicati alla cucina Ligure. E ancora musica e animazione a partire dalle 21.30 di venerdì 9, con “discoteca sotto le stelle”. Sabato 10 si passa invece dal profano al sacro, con la Processione in onore di San Fortunato, patrono dei pescatori, che avrà inizio alle ore 20.00 (partenza dalla Chiesa del Boschetto).
Da non perdere poi, alle 23.00, il tradizionale spettacolo pirotecnico sul mare e i giganteschi falò sulla spiaggia, realizzati dai ragazzi dei quartieri di Camogli. «La Sagra del Pesce di Camogli», afferma Antonio Verdina, Presidente della Pro-Loco di Camogli, «prevede quest’anno di raggiungere il record storico di partecipazioni, potendo contare su un partner importante come quello dell’olio Friol che ci ha permesso, oltre che di allargare il bacino di utenza della manifestazione, di utilizzare un nuovo padellone, più capiente e sicuro del precedente che risaliva ai primi anni Ottanta».
E davvero il padellone si è adattato ai tempi che cambiano. Oggi è d’acciaio inossidabile e non più in ferro. Pesa ventisei quintali e ha un manico di tre quintali. A sostenere la padella una vera e propria opera d’arte: pannelli intarsiati rappresentanti la Liguria.

Quella della super padella è una storia antica. Tutto è iniziato nel 1952, quando alcuni pescatori decisero di regalare del pesce fritto ai passanti in occasione della festa di San Fortunato. Il regalo risultò molto gradito e gli organizzatori dovettero friggere pesce per tutto il giorno.
L’anno successivo fu costruita una padella gigante per rendere più semplice l’impresa e la festa divenne sagra.
Quando il New York Herald Tribune e Re Baldovino del Belgio si resero conto dell’originalità dell’evento, questo salì agli onori della cronaca internazionale. Tanto che oggi, a Yokohama, i giapponesi hanno scoperto la padella camoglina e ne hanno realizzata una identica.

Oggi al cinema

Searching Di Aneesh Chaganty Thriller U.S.A., 2018 Dopo che la figlia sedicenne di David Kim scompare, viene aperta un'indagine locale e assegnato un detective al caso. Ma 37 ore dopo David decide di guardare in un luogo dove ancora nessuno aveva pensato di cercare, dove tutti i segreti vengono conservati:... Guarda la scheda del film