Magazine Martedì 22 aprile 2003

Un'inchiesta su medici e farmacisti

Magazine - Il Ministro della Salute Girolamo Sirchia ha ritirato la settimana scorsa il decreto anti-truffa approvato dal Governo a fine febbraio in seguito all’inchiesta partita dalla procura di Verona sullo scandalo dei regali ai medici in cambio di prescrizioni di farmaci dell’industria Glaxo. Inchiesta che vede indagate circa tremila persone tra medici, farmacisti e responsabili commerciali.

Il decreto prevedeva multe pesanti: da 50 mila euro a venti volte il danno subito dal Servizio Sanitario nazionale. Sembra che il decreto sia stato ritirato sotto pressione di alcuni potenti gruppi di categoria. Chissà cosa avrà pensato di questa marcia indietro il dottor Paolo Cornaglia Ferraris, autore di Primari a Delinquere?.
Il suo ultimo libro, pubblicato dalla casa editrice genovese Fratelli Frilli(pp. 140, 10,00 Euro), ripercorre infatti gli ultimi avvenimenti di mala-sanità in Italia. È quello che in gergo viene chiamato un istant book, scritto e stampato in breve tempo. Il libro è un valido strumento per riflettere su come questi scandali siano stati trattati sulle prime pagine dei giornali tra gennaio e febbraio. Dall’indagine sulle valvole cardiache brasiliane difettose, che vede indagato il primario di cardiochirurgia dell’ospedale Le Molinette di Torino, con l’accusa di tangenti e di aver provocato 13 morti sospette, all’operazione che vede coinvolta la Glaxo, una delle più grandi aziende farmaceutiche internazionali.

L’autore non può non indignarsi (e con lui i lettori) per questi nuovi casi di corruzione, come è giusto che sia. Però l’analisi di Cornaglia Ferraris va oltre l’indignazione e cerca di rivalutare una categoria verso la quale, da molto tempo, si è persa la fiducia. La corruzione è ormai una routine anche per i dirigenti medici? Perché un primario o un medico che già guadagnano centinaia di migliaia di euro l'anno accettano tangenti? La mazzetta diventa prassi anche per il modesto medico della mutua? L’autore difende la maggioranza silenziosa di medici e infermieri che lavorano con onestà, sacrificio e dedizione. Quelli che non fanno carriera, che non vincono i concorsi, che non vanno in cattedra, ma che sono presenti vicino al letto dei malati e per i quali la principale gratificazione non è la bustarella ma curare e guarire i pazienti.

Non sappiamo ancora se questo libro piacerà oppure no all’Ordine dei Medici. Sappiamo però che in passato il dottor Cornaglia Ferraris, dopo il suo famoso e coraggioso libro Camici e pigiami. Le colpe dei medici nel disastro della sanità italiana non ha ricevuto una promozione ma il licenziamento dall’ospedale Gaslini di Genova.
Per capire la vastità del fenomeno del comparaggio, cioè dell’accettare soldi e premi a fronte di prescrizioni di farmaci di una specifica casa produttrice si può leggere, sempre dei Fratelli Frilli Editori, anche La Mala-Ricetta, un libro stampato nel 2000 ma di forte attualità. L’autore, che vuole rimanere anonimo e si autodefinisce frustrato, arrabbiato e vendicativo, è un informatore scientifico del farmaco che, giunto a fine carriera, ha deciso di pentirsi delle sue malefatte e conseguentemente di denunciare i tanti, troppi, costosi vizi del marketing farmaceutico.

Gabriele Di Totto

di Enrico Ratto

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

Un piccolo favore Di Paul Feig Drammatico 2018 Ho bisogno di un piccolo favore. Mi puoi prendere Nicky a scuola? È questa la semplice, comune richiesta che l'affascinante Emily fa alla sua nuova amica Stephanie, prima di sparire senza lasciare traccia. Mamma single tuttofare, vlogger per passione... Guarda la scheda del film