Magazine Mercoledì 16 novembre 2016

Come superare una delusione d'amore?

Delusione
© Shutterstock

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Salve,

le scrivo perché da 4 mesi vivo un incubo per la fine di un amore.
Sono stata un anno con un ragazzo, una persona veramente speciale, mi riempiva di attenzioni e mi ha sempre dimostrato che in qualsiasi evenienza era al mio fianco.
Dall'oggi al domani mi ha lasciato, dicendo che voleva stare solo e dopo un mese si è messo con una ragazza della quale mi ha sempre detto cose cattivissime, che era psicopatica, brutta ecc…
Quando ho chiesto spiegazioni, mi ha detto che non gli era scattato il sentimento nei miei confronti.
Sono delusa, umiliata e arrabbiata per ciò che mi ha fatto.
Non so come uscirne fuori!
Penso che non incontrerò mai più nessuno,

Whych

Buongiorno Whych,

Mi spiace per quello che le è successo. Davvero.
E capisco che lei si senta delusa, umiliata ed arrabbiata. Non sono belle emozioni e non è bella la sensazione di non sapere come uscirne fuori.
Quindi spero di riuscire a darle il mio aiuto.
Cosi per poter dare una risposta sensata vorrei capire meglio quello che le sta succedendo.

Rabbia e umiliazione sono reazioni emotive giustificate dall'essere stata lasciata ed anche sostituita cosi repentinamente senza un motivo plausibile.
Ok. Rabbia ed umiliazione le capisco. Ma la delusione mi sfugge. Delusa per che cosa? o da chi?

Ora mi scusi se farò dei paragoni materiali mentre, ovviamente, lei sta provando dei sentimenti. Ma questo punto è importante perche se si è delusi dagli altri è un conto, ma se si è delusi da noi stessi, allora le cose diventano molto più serie.

Ecco, facciamo finta che stiamo parlando di una truffa? Come se una persona (o una banca) le avesse promesso dei guadagni favolosi ed invece le fa perdere tutto. Ovvio che ci sia, come minimo, rabbia e disperazione. Ma delusione? Delusione per cosa? Oppure un drogato che è felice sino a che ha la droga e che si arrabbia se gli viene negata. Ok ci sta. Ma la delusione? Perche si sente delusa? Sa perche faccio questi sciocchi paragoni? Perche la delusione, più spesso, è rivolta a noi stessi!

Siamo delusi per non essere stati capaci. Delusi di noi per non essere stati in grado di… O delusi per aver scoperto che non abbiamo vissuto la realtà, ma di aver vissuto dentro un sogno .
E delusi di avere aperto gli occhi con un brusco risveglio. Mentre avremmo voluto continuare a sognare.

Forse è per questa delusione, in se stessa, che pensa che non incontrerà più nessuno?
Nessuno come il suo ex? Cosi splendido! Cosi perfetto ! Cosi fantastico, che non sembra vero? Beh, glielo auguro! Uno cosi perfetto che cambia idea da un momento all'altro, basta e avanza. Se si incontrano occasioni cosi meravigliose da non sembrare vere è proprio perche non lo sono, vere. E la nostra delusione dipende forse da aspettarsi cose o persone o situazioni cosi ideali da essere difficilmente raggiungibili.

Per cui no, niente sogni eterni. La realtà è complicata. Le altre persone non sono perfette e neanche noi lo siamo, le relazioni non sono degli eterni stati stuporosi.

Certo che c' è sempre il rischio di essere truffati, ingannati, lasciati. Ed i truffatori spesso sono estremamente accattivanti e pieni di fascino. Ovvio, ma non è una novità. Ci sono famiglie sul lastrico che si sono fidate di consiglieri finanziari , tanto convincenti, quanto fraudolenti e senza scrupoli: Toto' prometteva affari vendendo la fontana di Trevi ed il detto sedotta ed abbandonata non è un neologismo e neppure una patologia.

È cosi da sempre! Ci sono sempre stati! Ma la presenza di squali o di meduse, nel mare, non ci impedisce di fare i bagni in quel mare. E spesso sono dei bagni molto piacevoli. Certo, bisogna stare attenti e prendere qualche precauzione, per non farsi mordere o per non sentirsi bruciare la pelle. Nulla di nuovo. È una delle tante caratteristiche dell'umanità dalla notte dei tempi.
Quindi sì: certo che ne uscirà.
Ne sono sicuro: uscirà e troverà altre persone, altre storie ed altri ragazzi, più o meno interessanti.

Magari non cosi perfetti da essere un sogno, ma sicuramente più genuini da poterci fare il bagno assieme, (ma informandosi per bene sulle condizioni del mare).

Buona fortuna
Dott. Marco Emilio Ventura
Psicologo - Psicoterapeuta - Mental Coach
Genova

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre , «Preferisco stare con le mie amiche anziché con il mio ragazzo: Cosa mi succede?» , Paura di essere omosessuale, lo sfogo di un ragazzo e la risposta dello psicologo , «E se fossi lesbica?»: forse è solo paura e ipocondria

Oggi al cinema

Amici miei Di Mario Monicelli Commedia Italia, 1975 Quattro uomini di immatura mezza età, amici di vecchia data, ai quali si aggiungerà poi un illustre clinico, trascorrono le giornate di libertà architettando scherzi d'ogni sorta: canzonano i vigili urbani, prendono a schiaffi i viaggiatori... Guarda la scheda del film