Gestualità e linguaggio al Montale - Magazine

Attualità Magazine Venerdì 11 aprile 2003

Gestualità e linguaggio al Montale

Magazine - Il significato di un gesto. Uno qualsiasi, di quelli che ognuno di noi fa tutti i giorni. Non credo vi siate mai posti domande sull'importanza del vostro gesticolare, ma ora è giunto il momento di farlo. Se poi volete anche delle risposte non perdetevi il quinto , congresso scientifico multidisciplinare che si terrà all’Auditorium Montale dal 15 al 17 aprile. L’organizzazione è curata dall’ (Laboratorio di Informatica Musicale) del DIST-Università di Genova.

Scienziati e ricercatori di fama internazionale arriveranno da Stati Uniti, Giappone ed Europa per dibattere sull’interessante tema del “gesto”, affrontandolo da diverse prospettive e con differenti finalità. Parleranno del gesto applicato al fare artistico e di quello legato a discipline scientifiche quali la biomeccanica, la bioingegneria. E poi del gesto come viene studiato in psicologia e in antropologia e come si applicano gli studi all’informatica e alla multimedialità in un’ottica di comunicazione con la macchina, resa possibile dall’uso di interfacce gestuali. Si discuterà del modo in cui l’uomo si rapporta con gli altri attraverso l’uso del corpo, per una interazione diretta (il linguaggio dei segni) o filtrata attraverso la musica e la danza.

Il convegno approda per la prima volta in Italia. L’edizione inaugurale si è tenuta nel 1996 a York, in Gran Bretagna. L’appuntamento è stato quindi rinnovato nel 1997 a Bielfeld, in Germania. Da quel momento in avanti il workshop ha assunto cadenza biennale: prima la Francia (Gif-sur-Yvette) e poi l’Inghilterra (Londra), fino a giungere a Genova.
Un’occasione di studio e di confronto imperdibile per appassionati e specialisti. Per gli addetti ai lavori è previsto un abbonamento alle tre giornate di 250 euro, mentre gli studenti potranno assistere al workshop pagando 50 euro. Chi partecipa riceverà gli atti del convegno.
Per finire due avvertenze: tenete presente che gli interventi saranno tutti in inglese e non è prevista una traduzione e tenete a posto le mani. Se vi scoprisse con le dita nel naso, qualcuno degli studiosi presenti potrebbe rimanere colpito dal vostro gesto e fare di voi oggetto di un esperimento pubblico.

Potrebbe interessarti anche: , La modernità nel mondo dei piatti doccia , Veicoli commerciali: tutti i vantaggi del noleggio , Volotea e Dante Aeronautical progettano un aereo ibrido-elettrico per brevi rotte , Volotea festeggia i 25 milioni di passeggeri con Viaggio su Marte e offerte , Offerta di lavoro: mentelocale.it cerca giornalisti e web content editor