Weekend Magazine Venerdì 15 dicembre 2000

Le vacanze in gruppo

Magazine - Fare una vacanza con gli amici è una delle cose più belle e difficili che si possano proporre. Può facilmente trasformarsi in un disastro totale come diventare uno dei ricordi più belli da tenersi stretti.
A priori non esiste una quantità ideale, anche se la formazione migliore è probabilmente il trio. Il trio ha infatti dalla sua alcuni pregi in più. Innanzitutto è autonomo: se il viaggio è in macchina, il coefficiente di riempimento ideale del mezzo è appunto tre e quindi se si parte in carovana ci si può sempre staccare. Poi, nel caso di decisioni a maggioranza, quest’ultima non sarà mai schiacciante (due a uno è diverso che cinque contro uno) obbligando quindi tutti alla moderazione e al compromesso.
Ma una vacanza si può fare anche in grupponi. Bisogna solo seguire alcune regole.
1) ci deve essere un itinerario di massima condiviso. Questo in genere è individuato dal gruppetto di due-tre che per primo ha cominciato ad organizzare la vacanza ed intorno al quale si sono via via aggregati gli altri. Nel caso di modifiche al programma originario, è tacito accordo che “gli organizzatori” possiedano un “diritto di mugugno”.
2) nel gruppo devono essere strutturati alcuni poli forti: es, una coppia, due amiconi ecc. Questo permette di creare sfumature di opinioni diverse e evita il contrapporsi di due fazioni.
3) l’autonomia deve essere possibile: chiunque può sganciarsi quando vuole per seguire i suoi giri, a patto che poi ci si ritrovi tutti assieme per continuare il viaggio.
Per ciò che riguarda i dissidi sul percorso nei gruppi piccoli, da due o tre persone, può dare i suoi frutti il seguente metodo: colui che è messo in minoranza può tentare di convincere i compagni offrendosi di coprire le spese di viaggio per la deviazione. Naturalmente questa cosa è possibile solo tra amici.
Se invece vi capita di finire in un gruppone di persone sconosciute (a parte che più il gruppo è grande più sarà facile trovare qualcuno con cui ve la intendete) mantenete sempre un profilo basso: ricordatevi che se non era per loro ve ne sareste stati a casa con le pive nel sacco!

Oggi al cinema

Hunter killer Caccia negli abissi Di Donovan Marsh Thriller, Azione U.S.A., 2018 Nelle profondità del Mar Glaciale Artico, il Capitano di un sottomarino americano, Joe Glass, è alla ricerca di un sottomarino statunitense in pericolo quando scopre che un segreto colpo di stato russo è all’orizzonte, minacciando... Guarda la scheda del film