Magazine Martedì 2 agosto 2016

Perché mi piacciono le relazioni impossibili?

Confusione
© Shuttestock

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Buongiorno, volevo chiederle un consiglio.
Ho avuto una storia di sei anni, con convivenza e con prospettiva matrimonio.
Mi ha lasciata tre mesi fa.
Ho conosciuto un uomo in chat, mai usata prima. Quest'uomo è sposato e ha famiglia.
Da due mesi che ci scriviamo, ci chiamiamo e ci siamo anche visti. Ma non c'è mai stato alcun contatto fisico...data la situazione.
Il problema è che lui è rimasto letteralmente sconvolto, da quando mi ha vista.

Ci desideriamo ma non andiamo oltre, c'è un'empatia e una complicità incredibile...mai capitato prima.
Ci capiamo al volo, come se ci fossimo già conosciuti. Mi ha coinvolto e credo anche lui sia coinvolto.
Stiamo cercando di frenare i nostri istinti.

Mi piacciono i suoi difetti, la sua voce, il suo carattere. È una cosa strana, non mi è mai capitato prima.
Lui mi ha confessato che potrebbe innamorarsi di me.
Mi chiedo, perché voglio mantenere questa relazione impossibile?
Sto provando a frequentare altri uomini.

Ma una volta mentre ero in intimità con un uomo, l'ho chiamato con il nome del mio amante.
Secondo lei è possibile innamorarsi di un uomo sposato?
Secondo lei perché dopo una storia importante mi sono fatta travolgere da quest'uomo, che mi rende viva, mi fa sentire importante, bella, mi trasmette emozioni e passione?

Sara

Buongiorno Sara,
Lei inizia chiedendo un consiglio e dopo un breve riassunto della sua vita, in particolare, di questi suoi ultimi mesi, pone una serie di quesiti, direi quasi esistenziali, ai quali sarebbe inappropriato rispondere con un semplice consiglio.

Tralasciando il fatto che non conosco la sua età, potrebbe essere interessante sapere, come mai, dopo una storia di ben sei anni, siate arrivati a lasciarvi. Ma evidentemente lei non lo ritiene importante. Ed anche se lei dice di essere stata lasciata, non a caso ho scritto vi siete lasciati, giusto per sottolineare che in questi casi i punti di vista sono due. A prescindere dalle motivazioni, sue e del suo partner, mi sembra di capire che, per compensare il vuoto, lasciato dalla fine del suo rapporto, lei abbia cominciato a guardarsi intorno.

Direi che è comprensibile. Cosi come è comprensibile che, in un questa era tecnologica, lei abbia utilizzato anche le chat.
Adesso pero la sua storia si complica.

L' uomo incontrato in chat è fantastico! Ha tutte le qualità che si possono desiderare di trovare in un partner. Ma è sposato! Vi siete visti, vi piacete, c' è sintonia, passione, attrazione e lui potrebbe persino innamorarsi (lei no?). Ma niente sesso!

Data la situazione, dice lei e immagino che si riferisca al fatto che lui è sposato. È cosi tanto presa che chiama con il nome di lui un altro uomo con cui è in intimità. E mi sembra di capire questo altro uomo, non la appassioni quanto il primo. E sono sicuro che lei abbia i suoi buoni motivi per vivere questo intreccio.

A questo punto incominciano le sue domande esistenziali

1. Perche vuole mantenere la relazione impossibile? (Con il fantastico uomo sposato). Facile! Perche, anche se pericolosa, è entusiasmante! E le fa provare delle meravigliose sensazioni che sono speciali ed intense.

2. È possibile innamorarsi di un uomo sposato?
Ovviamente sì. L' Amore è una variabile impazzita e non segue le regole della ragione. Ma il fatto che sia possibile, non implica che sia anche facile gestire un simile rapporto.

3. Perche lei si è fatta travolgere ?
In parte perché (come già detto) lei era in cerca di altre persone che le dessero delle belle emozioni ed in parte perché, per caso, questa persona ha molte (ma non tutte) caratteristiche che combaciano con i suoi desideri.

Finiti i quesiti, sarebbe il momento giusto per chiedere un consiglio. Ma lei ,alla fine, si è scordata di farlo esplicitamente, esimendomi dal doverla consigliare. E forse è meglio cosi!

In questi casi, spargere saggezza nel dare consigli, potrebbe sconfinare nella banalità. Mi permetto solo di dire che, dopo tre mesi che si è conclusa (male), una storia importante, durata sei anni, è normale che si abbiano le idee confuse.

Buona estate,

Dott. Marco Emilio Ventura
Psicologo - Psicoterapeuta - Mental Coach
Genova

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre , «Preferisco stare con le mie amiche anziché con il mio ragazzo: Cosa mi succede?» , Paura di essere omosessuale, lo sfogo di un ragazzo e la risposta dello psicologo , «E se fossi lesbica?»: forse è solo paura e ipocondria , Doc Omosex? Forse è solo ipocondria

Oggi al cinema

Venom Di Ruben Fleischer Azione U.S.A., 2018 Venom, il protettore letale, uno dei personaggi Marvel più enigmatici, complessi e tosti arriva sul grande schermo. Guarda la scheda del film