Magazine Giovedì 14 luglio 2016

I delitti della città vuota: un'antologia del crimine

Città d'estate
© Shutterstock

Magazine - Dice, con il suo inarrivabile acume e senso del raccontare, Maurizio de Giovanni: «Se la letteratura è un viaggio, il racconto nero è una passeggiata di notte in città. Lasciatevi condurre da queste perfide, ciniche, maligne e meravigliose guide in un percorso ignoto tra le vie che credete di conoscere bene, per scoprire che nell'ombra, e col respiro pesante e qualcosa in mano, vi aspetta il vostro peggior nemico: il lato oscuro della vostra anima.»

E nell'antologia I delitti della città vuota (Atmosphere, 2016, 193 pagine, 9,90 Euro - Acquista su Ibs) ecco a voi diciotto penne (in rigoroso ordine alfabetico Massimiliano Amato, Alessandro Berselli, Sara Bilotti, Brunella Caputo, Roberto Carboni, Piera Carlomagno, Corrado De Rosa, Arianna Destito, Giovanni Di Giamberardino, Costanza Durante, Carmine Mari, Alessandro Maurizi, Antonio Menna, Bruno Morchio, Alessandra Pepino, Piergiorgio Pulixi, Franco Serpico e Massimiliano Smeriglio), per diciotto pezzi duri e disincantati che ci accompagnano in città ad affrontare un misterioso reato, o magari peggio, l’implacabile falce della morte?

Sulle fiorite terrazze romane, sotto i portici di Bologna, tra i carruggi di Genova, nei vicoli di Napoli, sotto la Mole di Torino e alla periferia di Milano, in Italia ma anche Oltreoceano. Talvolta i protagonisti sono famosi, altre volte sconosciuti ma sempre legati tra loro da un sottile filo criminale.

Si comincia con Buio della pantera nera Sara Bilotti e la distorta follia dell’odio che regna implacabile dentro l’amore. Massimiliano Smeriglio in Basterebbe una carezza con crudele bravura ci annichilisce quasi con i ricordi che si affastellano verso l’orrore di quel tremendo viaggio verso la fine. In Bacci Pagano alla sfilata delle sette bellezze Bruno Morchio ringiovanisce il suo investigatore privato e lo mette in pista nel disperato e vano tentativo di contrastare il destino ed evitare la condanna a morte di Ivan Gavrolic, comandante di vascello russo e del suo amato cargo Olga. In La scorciatoia: un racconto su Biagio Mazzeo Pier Giorgio Pulixi fa aggiustare da Mazzeo la funambolica regia di uno stupro di gruppo che non può finire così.

In Civico 42, Arianna Destito mette alla finestra la sua vicequestore, Andrea De Curtis, nella torpida ed estiva calura milanese e le fa scoprire il lato oscuro e liberatorio di viale Bligny. Antonio Manna in La botta di Ferragosto insegue affannosamente la deriva fondamentalista del figlio del macellaio. Roberto Carboni descrive in Malasorte come niente possa emulare gli atroci delitti del maniaco che seminano il terrore a Bologna. In Altri orizzonti per il sostituto commissario Angelo Carosi, Alessandro Maurizi ci svela come una delittuosa passione estiva possa coprire un altro omicidio. L’accoppiata Giovanni di Gianberardino e Costanza Durante nella bollente serata mondana di un ferragosto romano in Un cane da taschino ci coinvolge nel rapimento di un chihuaha. In Io non l’ho mai visto il mare Alessandro Berselli, con il suo stile sempre incisivo, ci spiega come un sogno, complice la torrida calura bolognese possa virare alla pazzia.

In La ferocia dei giorni, Alessandra Pepino scrive di un’infame rapina a Rovigo andata a male. In Nove anni dopo seguiamo Carmine Mari nel caldo insopportabile del suo coinvolgente intrigo medioevale con sciami di mosche che ronzano dappertutto. Franco Serpico in Sono un’assassina descrive la folle strage della ragazza di buona famiglia torinese. In With or without you Massimiliano Amato escogita una trappola molto pericolosa per il suo giornalista Giuffrida. Corrado de Rosa in Un passo indietro ci fa vivere il penoso trasferimento di Peppy, matricida che deve cambiare manicomio. Altri orizzonti per I maledetti ciottoli di Parany di Brunella Caputo, con sogni, ricordi e fantasmi che varcano i continenti e i confini tra la vita e la morte. E, dulcis in fundo, L’uomo giusto, racconto di Piera Carlomagno, curatrice dell’antologia, con le escort vestite di seta ametista per una ferragostana serata di sangue al Black and White Fashion di Napoli.

di Patrizia Debicke van der Noot

Potrebbe interessarti anche: , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione , Bonelli: Dylan Dog e Martin Mystere nell'Abisso del male , A mali estremi: nuovo caso per la colf e l'ispettore di Valeria Corciolani , Peccato mortale di Carlo Lucarelli: un altro intrigo da risolvere per il commissario De Luca , Le Quattro donne di Istanbul: un romanzo suggestivo e commovente di Aişe Kulin

Oggi al cinema

To Rome With Love Di Woody Allen Commedia U.S.A., Italia, Spagna, 2012 To Rome with Love è una commedia spensierata, un film caleidoscopico ambientato in una delle città più affascinanti al mondo. Il film ci mette in contatto con un architetto americano molto noto che rivive la sua gioventù, un... Guarda la scheda del film