Magazine Mercoledì 29 giugno 2016

Storie a distanza, confusione e tradimenti. Che fare?

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Sono in crisi profonda.
Sono stata per due anni con un ragazzo straniero e per la maggior parte del tempo è stato un amore a distanza.

Dopo questi due anni di alti e bassi probabilmente dovuti al mio carattere litigioso e all'inesperienza (entrambi eravamo al primo amore) lui è tornato nel suo paese e la lontananza ha acuito i problemi. Dopo un mese lontani, a causa anche di suoi comportamenti scostanti, l'ho lasciato.

Ho conosciuto un altro ragazzo simpaticissimo, che mi piaceva molto e con cui ho avuto un paio di incontri intimi, senza tuttavia arrivare al rapporto sessuale. Dopo tre mesi ho realizzato di aver fatto la scelta sbagliata, ho chiarito la cosa con il ragazzo che però ha insistito per rimanere amici e ha continuato a cercarmi nei tempi successivi.

Io dal canto mio sono tornata dall'ex.
Ci abbiamo riprovato, lui ha saputo subito di questi incontri ma la cosa l'ha scosso.
Forse non ha mai accettato ma per amore ha sopportato, è andato tutto bene per il primo periodo, io sono andata anche a trovarlo nel suo paese, un sogno. Al mio ritorno lui era di nuovo scostante, a una mia richiesta di incontrarci di nuovo ha rifiutato adducendo a scuse (studio, impegni) che per la mia visione di relazione, non stavano in piedi, soprattutto in vista di una lontananza che sarebbe dovuta durare per altri 9 mesi.

Mi sono sentita delusa e rifiutata nonché sola, e l'ho lasciato.
Ho risentito l'altro ragazzo che come amico avevo continuato a sentire almeno una volta al mese.
Anche lui lontano, ma almeno in Italia, un'altra storia difficile e a distanza.
Adesso sono quattro mesi che ci sentiamo e lui sembra molto innamorato.

Di tanto in tanto facciamo sesso al telefono.
Il mio ex con cui ahimè continuo a sentirmi per debolezza, mi reputa una traditrice. Io però ho sempre messo in chiaro che fosse finita e solo dopo ho sentito quest'altro ragazzo. È un comportamento da traditore?

Inoltre non so che fare perché il secondo ragazzo non mi convince, è molto diverso da me e ho paura che la differenza di cultura, istruzione e visione di vita possano compromettere un'eventuale vita insieme.

Sto aspettando che si trasferisca vicino a dove vivo nel mese di agosto (come doveva essere già da molto tempo) per vedere se da vicino la relazione funziona. Inoltre c'è una buona probabilità che per lavoro io sia costretta a trasferirmi per alcuni mesi se non un anno intero prolungando la lontananza e l'attesa.

La cosa non mi alletta molto, ma lui sembra uno di quei ragazzi d'oro che incontri poche volte nella vita e perdermi l'occasione di rincontrarlo mi fa tanta paura.

Sono molto confusa, non so che fare.

Samantha

Buongiorno Samantha,

Lei è confusa? Se la cosa può farle piacere lo sono anche io. Nella sua storia lei racconta di relazioni a distanza e del suo carattere litigioso. Ci sono un ex, una new entry, poi di nuovo l' ex, poi di nuovo la new entry, sempre con rapporti più o meno intimi e sempre più o meno a distanza. Sì, sono confuso.

Cosa c'è dietro a tutto questo? In fondo non so niente di lei, neppure l'età, che pure conta. E quindi sono io che avrei bisogno di fare una domanda a lei: di preciso, lei, cosa vuole?
E badi che non ho detto chi vuole.

Cosa vuole nel senso di: che tipo di rapporto sta cercando?
Parla ed ammette la sua inesperienza (immagino quindi una sua giovane età?) e sogna l' uomo della vita. Bello! Lecito! Ma certo che dall'inesperienza al ragazzo che si incontra solo una volta nella vita, è un bel salto!

Un po’ come non avere ancora la patente e già sognare di vincere il Gran Premio di Formula1. E poi, scusi, di che vita stiamo parlando? La sua? Scusi nuovamente, ma l' impressione è che neppure lei sappia, esattamente (e ci mancherebbe), quale sarà la sua vita e se sarà monotona o cangiante.

Tant'è lei si trova sempre ad instaurare rapporti a distanza. In questo modo lei vive e intreccia rapporti con persone che vanno e vengono. È curioso che in questo contesto così fluido ci si interroghi sul termine tradimento Forse sarebbe altrettanto difficile interrogarsi sul termine rapporto. Infatti lei ,ora, aspetta che lui venga a vivere più vicino a lei per vedere se il vostro rapporto(?) migliora, anche se non è chiaro in cosa e come si misura il miglioramento.

E mentre aspetta che lui si avvicini, nello stesso tempo, lei stessa non sa neppure dove sarà a vivere, nei prossimi mesi o anni. A questo punto, ci sarebbe, davvero, da chiedersi, come mai fa queste scelte. In ogni caso, sia che lei lo faccia di proposito, o per caso, il risultato non cambia.

Si, ci credo, che lei sia confusa. Ma credo anche che la confusione non sia fuori, negli uomini, tra cui non sa chi scegliere. Piuttosto credo che lei sia confusa dentro. Credo che lei stia mischiando sogni e pensieri, e giudizi, di un epoca passata e che neppure appartengono più alla condizione sociale attuale. E cerca di fare convivere questi sogni con situazioni e gusti ed esigenze personali e di attualità sociale, che sono molto, ma molto, diverse da quelle di appena cinquant' anni fa.

Certo, cosi le cose non tornano, ed il minimo è essere confusi.
E la confusione, nella testa, non è una bella compagnia
Così si ritorna alla domanda più importante: lei, esattamente, cosa vuole? Ci pensi su, e una volta chiarito questo cosa, vi sarebbe una seconda domanda, che merita una profonda riflessione: quello che lei desidera è realizzabile con le dinamiche e gli stili di vita del giorno d' oggi? O è la morale di una favola d' altri tempi?

Solo a questo punto sarà possibile avere qualche piccola speranza di passare al terzo quesito, ovvero: tutto questo, con chi?
E badi bene che la risposta potrebbe anche essere, diversa dalla necessita di uno, stabilissimo chi.

Buona Fortuna,

Saluti
Dott. Marco Emilio Ventura
Psicologo Psicoterapeuta Mental Coach
Genova

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , Doc Omosex? Forse è solo ipocondria , «Mi piacciono le donne ma guardo gli uomini», il dubbio di Alessandro , «Nessuno riconosce i miei sforzi», lo sfogo e la risposta dello psicologo , «Mi sento più uomo che donna, sarò lesbica?», i dubbi di una ragazza , «La mia ragazza è attratta da un'altra ragazza ma non mi vuole lasciare. Cosa devo fare?»

Oggi al cinema

La vera storia di Olli Mäki Di Juho Kuosmanen Drammatico Finlandia, Svezia, Germania, 2016 Nell’estate del 1962 il puglie finlandese Olli Mäki viene ingaggiato per sfidare l’americano Davey Moore, campione mondiale dei pesi piuma. Un’occasione unica, che gli permetterebbe di raggiungere la fama e la ricchezza. Per prima cosa, Olli deve... Guarda la scheda del film