Magazine Lunedì 31 marzo 2003

Vita e morte di Yukio Mishima

Magazine - In Vita e morte di Yukio Mishima (Feltrinelli, Milano, 1985), Henry Scott Stokes scrive:

Io sedevo a una certa distanza, a un altro tavolo. Potevo notare tuttavia che Mishima aveva un viso particolarmente mobile per un nipponico. Le sopracciglia erano nere e folte, portava i capelli tagliati a spazzola e parlava correntemente in inglese. Sua moglie aveva un atteggiamento riservato e schivo, ma era graziosa e aveva le labbra leggermente più tornite e carnose di come le abbiano le donne giapponesi.

Nicla Vassallo (ricercatrice di Filosofia all'Università di Genova ed esperta di filosofia angloamericana. Ha recentemente curato, assieme a Franca D'Agostini, il volume , edito da Einaudi).

Vedi anche:
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo ,
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo
Leggi l'articolo










e le interviste

di Donald Datti

Potrebbe interessarti anche: , La maledizione della peste nera: l'epidemia ritorna a Genova. Il nuovo thriller di Daniel Kella , La regola del lupo: un omicidio sul Lago di Como. L'ultimo libro di Franco Vanni , Il gusto di uccidere, la Svezia di Hanna Lindberg. L'intervista , Il gioco del suggeritore di Donato Carrisi: intrigante favola nera in bilico tra reale e virtuale , Il Natale del commissario Maugeri, l'ultimo libro di Fulvio Capezzuoli. La recensione