Magazine Mercoledì 15 giugno 2016

«Aiuto! Non capisco se sono gay, etero o bisex?»

Ragazzo
© Shutterstock

Se vuoi contattare il Dottor Marco Ventura scrivi una email a lettinovirtuale@mentelocale.it

Magazine - Salve,

ho letto vari articoli simili ma non mi sento sicuro fino a che non spiego la mia situazione dettagliatamente.
Sono un ragazzo di 20 anni e prima di questi ultimi mesi non ero mai entrato così in crisi riguardo questa faccenda.
Non capisco se sono gay o bisex o etero, provo a spiegarle quello che provo.

In genere, sono attratto da donne molto più grandi di me, mi eccitano molto quelle mature, allo stesso tempo però provo dell'attrazione anche per uomini molto più grandi, ma solo con specifiche caratteristiche.

Lo stesso vale per ragazze e ragazzi coetanei, entrambi mi possono piacere solo se rispecchiano determinate caratteristiche, con gli uomini. Però mi piace solo l'idea che mi venga praticato del sesso orale, tutto il resto no, invece con le donne potrebbe piacermi anche il rapporto completo.

In linea generale però penso che non potrei amare un uomo, ma provare solo quell'attimo di eccitazione, invece con una donna mi è capitato di provare le classiche cotte, o forse anche innamoramento, immaginare un futuro insieme e tutto il resto, e l'idea mi piace.

Insomma so che non è possibile dare un'etichetta, ma volevo se possibile un commento da un esperto perché ultimamente questi pensieri mi fanno vivere male, mentre fino a poco tempo fa lo consideravo un normale percorso di adolescenza

La ringrazio anticipatamente

Buongiorno,

stavo già incominciando ad organizzare la mia risposta quando mi è balzata agli occhi la sua ultima frase: fino a tempo fa lo consideravo un normale percorso di adolescenza. Cosa le è successo di così importante da farle cambiare prospettiva?

Sarebbe importante, per me saperlo, perché, vede, tutte le sue riflessioni più o meno etero sono, appunto, tutte pensate, immaginate, idealizzate ma mai realmente fatte. Così come le sue attrazioni ed eccitazioni sono spesso risposte ad aspetti mentali più che a reali sensazioni fisiche e relazionali realmente agite. Se rileggiamo la sua mail noterà lei parla solo di ipotesi e non di fatti.

Un po’ come se lei dicesse: siccome , se ci penso, mi piacciono le immagini di montagna, ma solo di determinate montagne, ma mi piace anche vedere foto di mare e spiagge, ma solo di sabbia e solo mari calmi, cosa sono? Un Alpinista o un Marinaio?

Beh, contando che ha solo visto immagini e non ha mai davvero scalato montagne né navigato, lei non è ne un Alpinista, né un Marinaio. È solo un sognatore. E sognare è del tutto lecito. Ma non determina né definisce, né etichetta più di tanto.

In altre parole è davvero una condizione adolescenziale, non tanto legata all' età bensì legata alla fase idealistica di: tante teorie, poca pratica.

E quindi si torna alla domanda iniziale: cosa è successo di tanto sconvolgente da farle vivere male i suoi pensieri?
Perché temo sia questo il punto critico e non tanto le sue variopinte divagazioni sulle sue ipotetiche preferenze sessuali e sui ruoli che le piacerebbe assumere ma che, di fatto, non mi sembra che lei abbia mai messo in atto.

A questo punto resta il fatto che lei questi pensieri li ha ed un motivo ci sarà. Ma non è detto che debba essere per forza un motivo preoccupante. Del resto chi non ha delle preferenze? Pensa davvero che sarebbe meglio se lei desiderasse tutte o qualsiasi donna senza alcuna differenza di cosa fare assieme e come farlo ?

O viceversa sarebbe più regolare se ad una donna andasse bene fare qualsiasi cosa con chiunque, purché uomo?
Non credo proprio.

Dunque, non potendo conoscerla meglio di quanto consentano queste poche righe, mi permetto di suggerirle di pensare meno e di passare all' azione (seppure con gradualità) e sperimentare, dal vivo quali sono le cose che le piacciono davvero.

E per finire,non credo che il problema stia nell'essere etero od omo o bisex, ma nell' essere una persona.

E qui la cosa si fa difficile per tutti.

Saluti

Dott.Marco Emilio Ventura
Psicologo Psicoterapeuta Sesduologo
Genova

di Marco Ventura

Potrebbe interessarti anche: , «Ho chiamato il mio compagno con il nome del mio ex: Cosa c'è che non va?» , Una donna ossessionata dal pensiero di essere lesbica chiede aiuto: il consiglio dello psicologo , «Mamma secondo te sono lesbica?»: la domanda di una figlia i dubbi di una madre , «Preferisco stare con le mie amiche anziché con il mio ragazzo: Cosa mi succede?» , Paura di essere omosessuale, lo sfogo di un ragazzo e la risposta dello psicologo

Oggi al cinema

Tutti lo sanno Di Asghar Farhadi Drammatico, Thriller Spagna, Francia, 2018 ... Guarda la scheda del film