Magazine Martedì 11 marzo 2003

Non solo Maigret

Il mese che Genova ha dedicato ai 100 anni dalla nascita di Georges Simenon si chiude mercoledì 12 marzo, alle 18, presso la Feltrinelli di via XX Settembre, con l’incontro-dibattito dal titolo In vita mia ho sempre amato la nebbia. Omaggio a Georges Simenon.

Tema dell’incontro l’opera omnia dello scrittore nato a Liegi il 13 febbraio del 1903. Non solo storie poliziesche con protagonista il commissario Maigret, quindi, ma anche gli interessanti esordi come scrittore di racconti a puntate per i magazine e i quotidiani francesi che venivano letti, ogni sera, nei vagoni della metropolitana parigina dagli impiegati del ceto medio in cerca di svago dopo la giornata di lavoro. All’incontro parteciperanno Giorgio Pinotti e Matteo Lodevole, della casa editrice Adelphi, che in Italia è proprietaria di tutte le opere edite ed inedite di Georges Simenon, e Romolo Ansaldi, il collezionista delle rarissime opere esposte in questi giorni nella vetrina della Feltrinelli di via XX Settembre.
Ma al centro del dibattito ci saranno anche le traduzioni italiane delle opere dello scrittore belga, e su questo punto interverranno Giuseppe Marcenaro e Francois Revardeaux, esperti e critici dell’opera di Georges Simenon.
L’incontro, organizzato dal Centro Culturale Francese Galliera e dallo studio bibliografico “L’isola che non c’è più”, proseguirà alle 20.45 al Centro Sivori di Salita Santa Caterina, dove sarà proiettato L’insolito caso di M.Hire, film del 1989 diretto da Patrice Leconte e tratto da un romanzo scritto da Georges Simenon negli anni ’30. Il film esamina la complessa relazione tra il protagonista, interpretato da Michel Blanc, e la giovane nonché attraente vicina di casa Sandrine Bonnaire, che in perfetto stile simenoniano si ritrova ad essere spiata ogni notte. Perché Simenon è soprattutto questo: i lettori più affezionati sapranno dei suoi esordi come scrittore di lunghi racconti a sfondo sociale e psicologico, nei quali è sempre presente una attenta analisi della personalità umana e gli scenari sono scelti tra i quartieri popolari della Parigi più degradata.

Chiuse le celebrazioni per l’opera simenoniana, giovedì 13 marzo alle 18 la Feltrinelli di via XX Settembre ospiterà l’attrice , intervistata dalla giornalista del Corriere Mercantile Eliana Quattrini, per la presentazione del suo libro In tournée (edito da Feltrinelli, con la prefazione di Gino Strada). Lella Costa con lo spettacolo “Traviata”, del Teatro dell’Archivolto e diretto da Gabriele Vacis.
di Enrico Ratto

Potrebbe interessarti anche: , Rosso Barocco, «l'arte può diventare una passione pericolosa»: l'ultimo noir dei fratelli Morini , Superman, a fumetti la storia dei suoi creatori: eroi del quotidiano con il dono di saper far sognare , Il segreto del mercante di zaffiri di Dinah Jefferies, una drammatica storia romantica , Maurizio De Giovanni, Il purgatorio dell’angelo: tempo di confessioni per il commissario Ricciardi , SenzOmbra di Michele Monteleone, un racconto per ragazzi che piace anche ai grandi

Oggi al cinema

Shark Il primo squalo Di Jon Turteltaub Azione U.S.A., 2018 Un sommergibile oceanico – parte di un programma internazionale di osservazione sottomarina – viene attaccato da un’imponente creatura che si riteneva estinta e che ora giace sul fondo della fossa più profonda del Pacifico...... Guarda la scheda del film