Voglia di Genova Film Festival - Magazine

Cinema Magazine Lunedì 10 marzo 2003

Voglia di Genova Film Festival

Magazine - Grande voglia di grande cinema a Genova. Il rinnovato forum Fnac di via xx Settembre ha ospitato, sabato 8 marzo, la presentazione del , appuntamento imperdibile per gli amanti della settima arte e manifestazione che ha ormai ottenuto (meritatamente) lo scettro di più importante evento ligure dedicato al cinema e agli audiovisivi.

Cristiano Palozzi e Antonella Sica, direttori artistici del GFF, hanno svelato il programma di un Festival ricco di novità, come ha confermato la presenza in sala di due illustri personaggi quali Franco Vazzoler, docente di Letteratura Teatrale Italiana all’Università di Genova e di Letteratura Italiana al Dams di Imperia, e Claudio G. Fava, critico cinematografico e molto di più. A lui sarà dedicato un grande omaggio: quasi un obbligo per la città di Genova, così avara nei confronti di chi certamente meriterebbe maggiori riconoscimenti.
Fava sarà protagonista assoluto durante i sette giorni del Festival: ne verrà ripercorsa la carriera partendo dai suoi esordi al Corriere Mercantile, fino alle interviste a registi come Truffaut e Coppola, passando attraverso i documentari per la RAI al Festival di Cannes, senza infine dimenticare le trasmissioni con Oreste De Fornari e Gloria De Antoni. Il critico avrà inoltre tre sere a disposizione per proporre pellicole da lui stesso selezionate per il pubblico del Festival, tra le quali ritroveremo il film preferito dal critico: “La grande illusione”, di Jean Renoir.

Vazzoler inaugurerà invece una nuova sezione dedicata ai rapporti fra Cinema e Teatro: «Sono molti gli artisti teatrali che hanno deciso di confrontarsi con il mezzo cinematografico tramite operazioni creative basate sulla sperimentazione, muovendosi in zone inesplorate, di confine», spiega il professore.
Da non perdere l’omaggio all’attrice Anna Bonaiuto e la proiezione dell’ultimo lavoro di Elisabetta Sgarbi (Quando comincia la notte), del quale la Bonaiuto è protagonista assoluta.

Ma le novità non finiscono qui. Il Concorso Nazionale per corto e mediometraggi si arricchisce del premio dedicato al miglior documentario.
Confermati il “Premio della critica”, quello per la “miglior colonna sonora” e il riconoscimento “Shortvillage - Genova Film Festival”.
Il “Premio Daunbailò”, assegnato dall’ Associazione organizzatrice del Festival, consisterà nella realizzazione di un sito Internet.

E non è ancora finita: la rassegna “Oltre i confini” è dedicata quest’anno alla cinematografia irlandese, mentre l’ormai consueta sezione “Omaggio a Vittorio Gassman“ non dimentica un altro grande attore italiano: Alberto Sordi, proponendo i film che il Mattatore e Albertone hanno interpretato insieme (ricordiamo La grande guerra).
Ancora da definire chi sarà il protagonista della sezione “Formazione”: l’anno scorso il grande Mario Monicelli si improvvisò docente per un giorno.
Insomma un programma che si preannuncia davvero ricco e vivace quello della sesta edizione del Genova Film Festival.
Ma dovremo attendere fino al 30 giugno per immergerci in questo favoloso “non-stop” di cinema. Chi fosse invece interessato a partecipare al concorso dovrà affrettarsi: la scadenza per la presentazione delle opere è fissata al 10 maggio. Consulta il e compila on line il

(nella foto Franco Vazzoler, Cristiano Palozzi, Antonella Sica e Claudio G. Fava)

Potrebbe interessarti anche: , Bohemian Rhapsody: non la solita recensione del film sui Queen , Gli incredibili 2 e Bao ad Annecy 2018 e a settembre al cinema , Ralph spaccatutto: il sequel ad Annecy 2018 e al cinema , Festival di Annecy 2018: vincitori e premi. C'è anche l'Italia , L'animazione impegnata al Festival Annecy 2018: da Another Day of Life a Funan