Weekend Magazine Giovedì 14 dicembre 2000

In bici al Righi, parte I

Magazine - KM 11, tutto fuoristrada.
Dislivello di circa 300 mt se si sale verso le Baracche, altrimenti meno di 100 mt.

Questo che vi propongo è un percorso in bici piuttosto breve ma molto divertente. I più esperti lo conosceranno tutti e lo avranno percorso diverse volte. Il suo maggior pregio è di trovarsi a due passi dalla città, al Righi, e di non essere troppo faticoso, quindi, se avete un’ora libera, pensateci.
Il punto di partenza è il piazzale-parcheggio sterrato del Righi sotto il forte Sperone (mt 430), in prossimità della piattaforma di atterraggio per gli elicotteri. Si procede da subito verso destra in direzione del Ristorate “Le Baracche”, percorrendo la strada di cemento che, quasi subito, scende precipitosamente per poi risalire. Dopo qualche centinaio di metri, si incontra un bivio. Si possono fare due scelte: il percorso a sinistra è più complesso e meno frequentato, quello a destra è più tranquillo e adatto a tutti. Consiglio a tutti di andare a sinistra, soprattutto se disponete di una bici con forcella ammortizzata. Ci si arrampica sulla strada di cemento e in breve si arriva al ristorante “Le Baracche”. Qui comincia il bello: Si incontrano subito gradoni e canaletti e si sale lentamente per poi proseguire in piano (si fa per dire). Il sentiero è stretto e pieno di ostacoli per tutti i gusti. Il fondo e la pendenza cambiano continuamente ed è possibile fare anche qualche salto.
Dopo circa tre km si arriva al passo, il punto più alto. Si incontra una bella salita sul pendio di rocce ed erba e poi si vola giù dall’altra parte nel bosco. Spesso è bagnato e le rocce sono scivolose. Il pezzo finale è po’ tecnico, occhio a non fasciarvi su qualche pietra!
Arrivati sulla strada principale sterrata a continuate a sinistra. Da qui in poi si può procedere spediti sino al bar in fondo ( meno di 2 km ). E’ una bella discesa, morbida e con qualche spunto acrobatico. Attenzione a non entrare a bomba nelle curve; capita spesso che dietro ci sia qualcuno. Una volta al bar, si gira la bici e si ripercorre tutta la strada bassa. Prestate comunque attenzione perché il tratto basso è il più frequentato, soprattutto la domenica nelle belle giornate ( Insidiosissimo, direi da evitare ).

Nella foto sopra: la vista poco più in alto delle Baracche. Di sotto: in volo sulla parte più bassa del percorso.

Se volete andare ancora al Righi: Leggi l'articolo

Oggi al cinema

Colette Di Wash Westmoreland Drammatico 2018 Quando Colette sposa Willy, celebre imprenditore letterario, lascia per la prima volta la sua adorata campagna e viene catapultata nella Parigi libertina della Belle Époque. La scoperta della passionale vita coniugale, gli intrighi ed i tradimenti... Guarda la scheda del film